In vendita a 38 euro l’una le azioni di Yoox- Net-a-Porter Group

È partita ufficialmente la caccia a Ynap. Il Consob, infatti, ha accettato l’offerta pubblica di acquisto (Opa) promossa, attraverso RLG Italia Holding, da Compagnie Financière Richemont, già maggiore azionista di Ynap con il 49% delle azioni e il 24% dei diritti di voto. Il colosso del lusso quotato alla Borsa di Zurigo, proprietario di marchi come Cartier, Montblanc, Piaget, dunque, ha avuto il via libera per rilevare il 100% di Ynap, la società nata dalla fusione di due startup di successo - Yoox e Net-a-Porter Group – e leader globale nel luxury fashion e-commerce. L’adesione all’offerta, che è partita il 20 marzo, terminerà il 9 maggio, con una possibile riapertura dal 21 al 25 maggio. Il valore dell’Opa è stato fissato a 38 euro per azione.

Cosa succederà dopo l’acquisizione di Ynap

Il corrispettivo massimo complessivo dell’offerta per Richemont potrà essere pari a 2,7 miliardi. L’obiettivo dell’operazione non è snaturare la società, bensì dirottare ulteriori risorse per rafforzare la posizione di Ynap nel settore del lusso online. Dal punto di vista operativo non sono previsti stravolgimenti. Alla guida dovrebbe restare Federico Marchetti, fondatore di Yoox, e la sede dovrebbe rimanere in Italia. Tuttavia, se il gruppo svizzero Richemont si aggiudicherà oltre il 90% delle azioni, partirà il delisting da Borsa Italiana e avrà luogo la fusione per incorporazione di YNap nel gruppo svizzero.