Sfera di Lamp

Sfera di Lamp

Tempo di crisi, voglia di casa. Il desiderio di trascorrere del tempo nella propria abitazione, di rifugiarsi nel calore domestico cresce quando i tempi sono difficili. E con questo anche l’attenzione per i saloni, ovvero per la 48esima edizione del salone internazionale del mobile, la 25esima di Euroluce, la 23esima del salone internazionale del complemento d’arredo e la 12esima del salone satellite. Ecco una panoramica su alcune delle più interessanti proposte che saranno presentate durante la kermesse di Cosmit.

Il giorno...
Quali saranno i nuovi protagonisti degli spazi living? Sicuramente divani, tavoli, librerie caratterizzati sì da forme accattivanti e fantasie, ma, soprattutto pratici e fruibili, quindi non solo belli a vedersi ma soprattutto funzionali. Razionalità e originalità convivono appunto nel divano Zoe di Verzelloni, disegnato da Lievore Altherr Molina. Razionale grazie al tavolino che può essere utilizzato sia come supporto per il cuscino sia come base di appoggio, e originale per la struttura realizzata senza nessun telaio di sostegno, ma modellata da una fodera in cotone e confezionata con cinque camere separate, contenenti perline di polistirene espanso. Gioco di forme e figure anche per il mobile componibile Hillside di Arflex, che trova il suo design particolare nella combinazione di differenti elementi, per dimensioni e per aspetto. La serie, disegnata da Claesson Koivisto Rune, comprende elementi a pavimento e sospesi a parete. Caratteristica principale del sistema Vita proposto da Mdf è la capacità di adattamento allo spazio e la possibilità di cambiamento nel tempo. È composto da moduli quadrati, mensole e contenitori combinabili tra loro in infinite soluzioni per arredare un’intera parete, attrezzarne solo una parte come libreria o ancora trasformare il salotto in home-cinema. I moduli sono differenziati a seconda della profondità delle mensole e delle dimensioni dei contenitori che possono essere utilizzati secondo le quattro rotazioni principali. Il tavolo Norman proposto da Verardo è invece caratterizzato dal particolare disegno a sezione a diamante tra piano e gambe che dona un aspetto leggero e aereo al piano stesso.
Per Porro la sperimentazione è incentrata sui materiali. Nel 2009, la ricerca progettuale del marchio si spinge verso un elegante e raffinato mix di atmosfere dove accenti high-tech, vezzi décor e un ritorno alla consistenza più ruvida e irregolare del legno massiccio coesistono con armonia. Risponde a un bisogno introspettivo di naturalità, di semplificazione, di ritorno alle origini, l’utilizzo di un’essenza lignea chiara e ricca di venature, l’Hemlock, utilizzata per la libreria modulare System NXT.
Anche nella vetrinetta Sky Line è protagonista è la struttura in legno iroko che rappresenta un richiamo alla tradizione, mentre la forma, in tre differenti versioni, con la parte superiore che cita i grattacieli metropolitani è un chiaro riferimento alla contemporaneità. È stata progettata da Fabio Cocchi e Luigi Rotta/Dovetusai per Diamantini & Domeniconi. Rovere a poro aperto, pelle estremamente morbida al tatto, sofisticato nickel, lacche e resine lavorate a mano: sono i materiali che caratterizzano la collezione Meridiani Home, firmate da Andrea Parisio. Frutto di eleganti e delicati accostamenti di forme, materiali, colori e tessuti, Meridiani Home rivisita i temi classici dell’arredamento, reinterpretandoli in chiave contemporanea. I tavoli da pranzo Gong, per esempio, si caratterizzano per il carattere scultoreo. Eleganti e raffinati, sono proposti in rovere tinto, ebano, laccatura lucida e resina. Di grande espressività, l’esclusiva versione in resina nei colori oro o antracite: undici strati di resina epossidica lavorata a mano allo scopo di creare un particolare effetto a trama che dona profondità, spessore e unicità.

...La notte
Spazi grandi consentono di muoversi liberamente tra gusti e stili, molte volte, però, la disponibilità di aree limitate, suggerisce una razionalizzazione della camera da letto, portandola verso linee minimali e pulite. Emotion è l’armadio della casa contemporanea, un set esclusivo dove vanno in scena il design, l’artigianalità, la tradizione e la tecnologia in un progetto dalle linee essenziali e dai contenuti funzionali. Proposto da Dall’Agnese, permette di creare un ordine sempre più individuale. Il colore entra nella camera da letto anche con Fizzz, il complemento d’arredo modulare a forma di tappa a corona che può diventare anche un simpatico comodino. Di Slide, frizzante e spiritoso, è utilizzabile anche come lampada da parete nella versione che l’azienda fornisce senza supporto in metallo verniciato. Il basamento in acciaio dall’affusolata forma a slitta caratterizza invece il letto Pleinemer, disegnato da Monica Graffeo per Cicci Kreaty che ha struttura in legno di faggio e poliuretano con giunzioni in acciaio. Il rivestimento è disponibile in pelle pieno fiore liscia nappata o in speciale tessuto tecnico spalmato Pvc con effetto raso. In entrambi i casi i materiali sono lavorati artigianalmente per ottenere morbide impunture che donano un aspetto sinuoso e raffinato al letto. Infine un esempio dove la linearità del giroletto si sposa in modo originale con la testiera a sacco imbottita e dalle linee più morbide e piene. È il letto che si chiama appunto Sacco, ed è proposto da Pianca.

La luce…
La luce è sempre più protagonista degli spazi sia interni sia esterni, anche in termini di risparmio energetico. Come nel caso di Bubbly di Axo Light, una lampada a sospensione formata da otto bolle in metallo di diversi diametri e spessori, tenute insieme da potenti magneti. La fonte luminosa è a basso consumo grazie all’utilizzo di tre placche a tecnologia Led ad alta resa la cui posizione è stata studiata per permettere di lasciar intravedere il vuoto interno delle bolle che, per un gioco di luci e rifrazioni, sembra espandersi all’infinito. I tre fasci di luce, infatti, colpiscono le superfici interne delle medesime creando un forte riverbero. Mini Mini è invece la lampada a sospensione proposta da Luceplan che unisce un disegno raffinato a elevate prestazioni illuminotecniche. Nata da una ricerca di sintesi formale, Mini Mini, che funziona con un’alogena miniaturizzata, esprime nella sua essenzialità una sofisticata progettazione: il cavo di alimentazione diventa parte integrante del prodotto, dando vita a un effetto decorativo sorprendente. Struttura minimalista e sottile anche per la lampada da terra Homology Lamp di Kundalini in poliuretano con anima d’acciaio. Il diffusore è in plexiglass opale termoformato, mentre la base è composta da una lastra di acciaio lucidato e tagliato al laser. Prandina presenta la serie Room che rivisita l’iconografia tradizionale delle lampade con l’ampio diffusore chiuso in polietilene che si distingue per un’estetica mutevole grazie ai diversi rivestimenti in carta, tessuto o impiallacciatura di legno.
Lampade caratterizzate da grande impatto visivo, sono quelle proposte da Marchetti Illuminazione e Lamp. Il primo, con la nuova linea Mosaico, ha cercato di infondere nuova linfa all’antichissima tradizione artistica del mosaico, aprendone nuovi spazi di sperimentazione. Ogni triangolo/tessera che compone le lampade è realizzato in specchio semitrasparente, che lascia filtrare la luce. Frammenti di materiali eterogenei tagliati in modo irregolare, singolarmente anonimi, riescono a dar vita, associati con sapiente armonia. Completamente realizzata in ferro cromato, Sfera di Lamp è design allo stato puro, struttura essenziale nella quale uno schema geometrico di dischi fa da guscio alla sorgente di luce. Il risultato è un’atmosfera resa magica dalle ombre che si proiettano tutto intorno. Disponibile in acciaio cromato o dorato, è proposta nella versione piantana, lampada da tavolo o da terra, sospensione, faretto o applique, per soddisfare ogni esigenza d’arredo.