Ermanno Scervino-Milan Fashion Week Menswear Spring/Summer 2015

© Getty Images

Nuova alleanza tra il settore bancario e il sistema moda italiano. È stata appena inaugurata una nuova partnership tra UniCredit, Camera Nazionale della Moda Italiana e Sistema Moda Italia a sostegno di 50 mila aziende italiane del settore. L’alleanza permetterà un finanziamento capillare delle filiere sul territorio - finalizzato a rilanciare la capacità manifatturiera del sistema moda Italia – ma anche un affiancamento strategico delle aziende più dinamiche, e un potenziamento delle competenze chiave quali creatività, marketing e comunicazione attraverso formazione, fiere ed eventi.
L'obiettivo, come spiegato in una nota della banca, è di creare e consolidare un asse privilegiato di collaborazione tra Milano e Firenze, anche grazie all'accordo siglato a gennaio 2013 con il Centro di Firenze per la Moda Italiana, che generi coesione e sinergie operative crescenti tra le due capitali italiane del fashion per rafforzare l'attrattività e la competitività del sistema moda italiano nei confronti dei concorrenti esteri.

SOLIDE BASI. L’impegno di UniCredit arriva a poco più di un anno dall’esperienza positiva di UniCredit International per la Moda che, a un anno e mezzo dall’inizio del programma, ha erogato 150 milioni di euro di finanziamenti, ha sostenuto oltre 200 imprese nel processo di internazionalizzazione. “Prevediamo crescita del 3,6% per il settore nel 2014 e un fatturato totale che si attesterà oltre i 52,6 miliardi di euro, con un tasso di crescita delle esportazioni stimato in +5,6%”, afferma Federico Ghizzoni, a.d. di UniCredit. “Come UniCredit abbiamo una quota di mercato in termini di impieghi al settore che sfiora il 20%, servendo circa 12 mila clienti di cui il 71% è rappresentato da piccole imprese, cui accordiamo credito per oltre 4 miliardi di euro. Questa è la testimonianza concreta del nostro impegno per la Moda".