Cersaie conferma la sua leadership nel panorama mondiale delle fiere dedicate alla ceramica ed all’arredobagno. Le ‘presenze effettive’ in questa edizione state 113.165, in crescita del +0,8% rispetto alle 112.292 della scorsa edizione. Nel dettaglio, emerge una crescita degli ‘operatori esteri’, passati da 43.939 a 45.616 (+3,8%) e degli ‘ingressi a pagamento’ (+5%, ora pari a 2.714), mentre flettono gli ‘operatori italiani’ di quasi 900 unità (-1,4%), arrivando ora a contabilizzare 64.132 presenze. Successo di pubblico ha riscosso, nel primo giorno, il convegno inaugurale ‘Vivere l’evoluzione del mercato’, con oltre 700 presenze, e la conferenza stampa internazionale, che ha visto la presenza di 180 giornalisti provenienti da tutto il mondo.

Particolarmente graditi da architetti, progettisti, e studenti sono stati i diversi convegni e simposi di Costruire Abitare Pensare , il programma culturale di Cersaie giunto alla sua terza edizione. Quasi mille persone hanno preso parte alla Lectio Magistralis di Kazuyo Sejima ed alla ‘lezione alla rovescia’ di Alessandro Mendini (con una grande partecipazione di studenti), mentre il tutto esaurito in ogni ordine di posti della Galleria dell’Architettura si è registrato anche per gli incontri di Giorgio Bianchi di Renzo Piano Building Workshop sulle architetture newyorkesi, di Cameron Sinclair sulle iniziative di Architecture for Humanity, di Kengo Kuma sui progetti in Giappone e nel mondo, di Patricia Urquiola sulla sua interpretazione del design. Positivi riscontri di pubblico sono emersi anche dalle mostre ‘Ceramics of Italy. Le Metamorfosi’ e da ‘Cersaie Downtown’, localizzata in tre piazze nel cuore di Bologna.
La prossima edizione si terrà sempre a Bologna dal 25 al 29 settembre 2012.