Nasce Snaidero China

Massimo Manelli, amministratore delegato di Rino Snaidero

Il gruppo Rino Snaidero, specializzato nella produzione e commercializzazione di cucine, annuncia la creazione di Snaidero China, una joint venture con il partner Hi-Season Trading co. di Pechino, finalizzata alla distribuzione in via esclusiva del prodotto Snaidero sui canali retail e contract cinesi. Il partner cinese è una società con sede a Pechino che opera nella distribuzione a gestione diretta di elettrodomestici di fascia alta importati da Italia, Germania e Francia, attraverso una rete di circa 250 negozi in oltre 70 città della Cina.

La joint venture, si precisa in una nota, ha come obiettivo iniziale quello di aprire quattro flagship store monomarca Snaidero a Pechino, Shanghai, Shenzhen, Chengdu. La prima apertura è già stata pianificata per il mese di giugno di quest’anno nella città di Pechino ed entro il 2019 ci saranno le inaugurazioni nelle altre tre città. A seguire, sono previste molteplici altre aperture di negozi con partner locali o sub-dealers, sotto la diretta gestione di Snaidero China. “Da oltre 50 anni Snaidero esporta le proprie cucine in tutto il mondo”, ha dichiarato Massimo Manelli, amministratore delegato di Rino Snaidero. “La nascita di Snaidero China rappresenta un ulteriore passo importante, dopo l’acquisizione della maggioranza del gruppo Snaidero da parte del gruppo Dea Capital, per costruire una presenza strutturata in Cina, Paese che può offrire opportunità significative per noi, data la dimensione del mercato e il suo potenziale sviluppo nel prossimo futuro”.

Snaidero: cucine in Cina made in Italy

La produzione delle cucine per il mercato cinese sarà concentrata integralmente nello stabilimento di Majano, in provincia di Udine, dove ha sede lo stabilimento produttivo dell’azienda fin dalla sua nascita nel 1946.