C’è chi fa il nome del numero uno del gruppo Calzedonia, Sandro Veronesi, chi quello di Silvio Scaglia di Pacific Capital. In ogni caso il salvataggio del gruppo La Perla Fashion (e del posto di lavoro dei 1.200 dipendenti) dovrà passare per l’ingresso nel capitale di un nuovo, facoltoso, azionista. In mano al fondo di private equity americano Jh partners, l’azienda di intimo e moda mare bolognese, ha accumulato debiti per circa 70 milioni di euro, dei quali quasi 50 milioni sono rappresentati da impegni verso le banche gravati da richieste di restituzione.

Per quanto riguarda la Pacific Capital, la holding del fondatore di Vodafone Italia e di Fastweb sarebbe pronta a mettere sul tavolo circa 100 milioni di euro, finalizzati sia a tacitare i creditori, probabilmente attraverso una procedura di concordato, sia ad avviare un progetto di rilancio credibile e capace di salvare i posti di lavoro. Nonostante manchi la conferma ufficiale, sembra fondato anche l’interessamento del gruppo Calzedonia di Sandro Veronesi, già leader italiano del settore.