Salone del Mobile 2019: ecco le novità della 58esima edizione

È l’ingegno l’asso nella manica che il Salone del Mobile ha deciso di calare quest’anno per la sua 58esima edizione. In programma dal 9 al 14 aprile, presso Fiera Milano Rho, l’appuntamento imperdibile per gli addetti al settore, e non solo, intende celebrare quell’abilità nel fare e nel pensare che è fondamentale per dar luce a nuove idee e nuove soluzioni. Del resto, in un settore creativo e in continuo progresso com’è il design, finezza, acume, intelletto sono ingredienti irrinunciabili. La scelta di inserire questo nuovo capitolo nel Manifesto non è affatto causale: nell’anno delle celebrazioni vinciane, quale miglior modo per rendere omaggio al genio di Leonardo da Vinci, che a Milano ha lavorato per oltre vent’anni? In Fiera ci sarà anche uno spazio, presso il padiglione 24, dedicato al grande artista e alla cultura del progettare e del saper fare di cui egli è stato uno dei principali artefici: DE-SIGNO, un progetto che racconterà in modo suggestivo il genio rinascimentale e il suo rapporto con il design italiano contemporaneo.

Gli espositori del Salone del Mobile avranno una presenza “liquida”

Ma l’apertura al tema dell’ingegno e l’omaggio a Leonardo da Vinci non saranno le uniche novità della 58esima edizione del Salone del Mobile. Quest’anno, i visitatori potranno godere di una modalità espositiva rinnovata, diffusa e trasversale: lo scopo è rappresentare al meglio l’evoluzione dell’idea di ambiente lavorativo, che oggi è sempre più uno spazio ibrido, che coniuga dovere e piacere, professionale e personale. Quella delle aziende espositrici, dunque, sarà una presenza liquida in tutta l’area fieristica. Inoltre, in quest’edizione ci sarà un nuovo percorso espositivo trasversale dedicato ai prodotti di design e alle soluzioni decorative e tecniche del progetto d’interni: S.Project, spazio poliedrico le cui chiavi di lettura saranno multisettorialità, sinergia e qualità. Il tema del 22esimo SaloneSatellite nei padiglioni 22-24? “FOOD as a DESIGN OBJECT”, che vedrà il coinvolgimento di circa 550 attori. “In questo particolare momento di grande successo di Milano, è importante consolidare la capacità attrattiva del Salone del Mobile che offre ai suoi visitatori non solo un’ampia offerta di prodotti ma, soprattutto, occasioni di relazioni internazionali e opportunità di riflessione sul rapporto tra creatività e impresa” ha commentato Claudio Luti, Presidente del Salone del Mobile.