Scongiurati, al momento, i licenziamenti in casa Safilo. Il gruppo italiano dell’eyewear ha annunciato che «dopo un serrato confronto nel quadro della vertenza avviata lo scorso 11 maggio per la gestione degli esuberi derivanti dal mancato rinnovo della licenza Armani» ha ora sottoscritto un accordo preliminare con le organizzazioni sindacali e il Coordinamento RSU aziendale. L’accordo prevede un ampio ricorso allo strumento della solidarietà per un periodo di 24 mesi. «Tale soluzione – fanno saper da Safilo – è funzionale al piano industriale complessivo dell’azienda che prevede una evoluzione del modello produttivo e dell’organizzazione del lavoro con un significativo aumento del livello di flessibilità insieme ad una serie di azioni di recupero dell’efficienza attraverso programmi di formazione e riqualificazione del personale e attraverso un piano di investimenti selettivi». Entro il mese di giugno azienda e sindacati chiederanno la convocazione presso il ministero del Lavoro per la sottoscrizione del verbale di accordo che consenta di avviare formalmente la richiesta per il contratto di solidarietà.