Si terrà dal 10 al 13 gennaio, come sempre in Fortezza da Basso, a Firenze, la 91esima edizione di Pitti Immagine Uomo (vai al sito), che ospiterà 1.220 marchi, dei quali 540 provenienti dall’estero e 210 tra nomi nuovi e rientri. Tema guida dei saloni invernali sarà Pitti Dance Off, con allestimento a cura di Oliviero Baldini. Espressione di sé, del proprio corpo, dell’energia e del piacere di vivere, ma anche di esibirsi. Protagonista è la danza nella sua molteplicità di espressioni oggi, assieme alla poliedrica libertà di stili personali che ballo e moda contemporanea condividono. Pitti li interpreta con il solito sguardo ironico e con un finger tut, nella tradizione della street dance e dei suoi contest. Sedici le tappe in cui si articola il percorso nella moda uomo: Pitti Uomo, Make, Pop Up Stores, Eye Pop, Fashion At Work, HI Beauty, Futuro Maschile, Touch!, l’Altro Uomo, Born in the Usa, Unconventional, Open, The Latest Fashion Buzz, I Play, Urban Panorama, My Factory.

Tra i numerosi eventi speciali, il lancio della collezione PS by Paul Smith – linea contemporary che presenta un’inedita fusione tra luxury design ed effetti performance, tecno tessuti e tagli ergonomici – e l’anteprima europea della collezione uomo FW 2017/2018 del designer belga Tim Coppens.