©GettyImage

È a Firenze presso la Fortezza da Basso, cornice d’eccezione, che dall’ 11 al 14 gennaio scorsi, gli operatori della moda maschile internazionale si sono dati appuntamento per assistere alla 79 esima edizione del salone Pitti Immagine Uomo (Pittimmagine.com). Sulla scia delle edizioni precedenti, la prestigiosa manifestazione, primo grande e incontornabile rendez-vous dell’anno, è stata, comme d’habitude, un vero e proprio successo per gli organizzatori. Confermandosi nuovamente come punto di riferimento fieristico sulla scena internazionale. Il salone che vanta una superficie espositiva di 59.000 metri quadrati è stato infatti ricco di eventi, show, presentazioni, sfilate, party, progetti speciali, anteprime mondiali ed europee (Albert Arts o Arrow, marchio heritage americano della scuderia Tommy Hilfiger), ritorni importanti (quelli di Façonnable e di Hugo Boss, presente con la sua linea premium Boss Selection). A destare l’interesse dei circa 30 mila visitatori, la maggior parte dei quali provenienti dall’estero, sono stati i 1.010 marchi (tra cui 363 esteri ossia il 35,9% del totale) e le 817 aziende partecipanti. Punto saliente dell’evento è stato anche il lancio di e-Pitti, un progetto di fiera virtuale unico al mondo, che ripropone online l’esperienza della manifestazione fi-sica. Con l’obiettivo di ampliare, prolungare e rendere ancora più efficace l’esperienza della fiera. Giunti dagli stand della kermesse fiorentina, vera e propria piattaforma e fucina di innovazioni e di nuovi trend, ecco a voi gli highlight della moda maschile autunno-inverno 2011/12. Vi sveliamo come vestirà il dandy cittadino durante la prossima stagione invernale.
Camaleonte. Sempre. È l’uomo che andrà inscena durante l’autunno-inverno 2011/12. Un uomo che sceglie il proprio guardaroba in funzione del proprio mood e dei propri impegni quotidiani. Divertendosi così a cambiare. Per puro gioco di seduzione. Tour à tour sport casual, dandy chic o avanguardista convinto. Tre diversi look per tre diverse personalità. Quattro le sue parole d’ordine: praticità, vestibilità, eleganza e fantasia. Un seduttore nato, più affascinante e fashion che mai. Carismatico in ogni occasione.

Sport Casual

Nelle vesti di un esploratore-cacciatore contemporaneo alla conquista del Grande Nord, pronto ad affrontare il freddo, respingendo i propri limiti, sceglie capi di abbigliamento d’ispirazione stilistica nordica prevalentemente pratici, confortevoli, caldi e avvolgenti (montoni e pellicce), caratterizzati da un design minimal, da equipaggiamenti da caccia funzionali, da capispalla iper performanti e antigelo, da disegni a trecce e punti e decori che riportano al folklore dei Paesi dell’Est. A comporre il suo ricco e variegato guardaroba sono anche capi cult anni ‘50 e ‘60 dal dolce sapore vintage riproposti in versioni decisamente high tech, arricchiti di un pizzico di stile military hunting-motorcycling. Capi storici rivisitati nei modelli, nei tagli e nelle finiture, come il caldissimo vecchio old Parka canadese che si presenta con esterno in cotoni e fustagni trattati con lavaggi e cerature e accessoriato di un cappuccio in pelliccia, e con, all’interno, vecchi plaid infeltriti e coperte militari cuciti a patchwork. Il Travel Jacket multi tasche in tessuto performante, l’Eskimo in cotone cerato lavato e doppiato in lana cotta. O ancora, il piumino, sempre più leggero e soffice, seamless, totalmente impermeabile e iper resistente. Must have di stagione e pezzo incontornabile al quale non rinuncia è infine il jeans. Che indossa nonostante il freddo. Declinato in mille e una versione: slim fit o regular, trattato a mano, con rammendi e finissaggi sofisticati, in cotone organico, limited edition, total grey, antistatico, traspirante, schermante. Immancabilmente vintage.

The dandy’s attitude

Ama l’eleganza e si vede. Vero dandy del nuovo millennio per eccellenza, predilige un outfit sempre impeccabile. E ciò nonostante i rigori climatici. Le sue preferenze vanno a modelli direttamente ispirati al mondo outdoor e a quello della montagna che abbinano in modo armonico heritage spirit, tessuti preziosi e doppiati lana/panno arricchiti di inserti, revers e maxi trecce e soluzioni high tech. Sfoggia con un garbo wildiano eleganti capispalla doppiopetto in canvas di lana/cotone, cappotti corti in fustagno délavé e giacche sartoriali destrutturate e delavate a effetto maglia, con interni foderati di fustagni, jacquard e lane caldissime, avvitate e più corte, in jersey di lana o cashmere iper light, rivestita in materiali idrorepellenti e antigelo. Indossati su cardigan, in cashmere o dalla lavorazione tricot hand made, raffinati modelli di maglieria in mohair stile Norvegia o in alpaca fatti a mano. Punta di diamante del suo guardaroba è l’intramontabile e sempre elegante completo maschile d’ispirazione sartoriale, realizzato con pregiati tessuti d’archivio di lanifici inglesi e italiani e reinterpretato questa stagione in chiave decisamente contemporanea: gli abiti sono caratterizzati da una vestibilità più asciutta, le giacche sono decostruite e a due bottoni, i pantaloni sono slim fit. Le camice sono un’ode alla fantasia di un tempo con check, righe e quadretti. Tocco finale ed essenziale to be a real dandy sono infine modelli di calzature maschili sofisticate per dettagli e lavorazioni: stringate rese uniche dai trattamenti di tintura artigianale dei pellami, beatles sofisticate e decolorate ad arte, francesine in vitello ricamate a mano o sorprendentemente in camoscio e lana cotta e polacchine.

Avant-garde spirit

Vive per sorprendere. E per farlo con successo, artista nell’animo, egli sceglie un look d’ispirazione vintage e militare decisamente avanguardista nato sotto il segno della creatività a 360°. Deciso a rompere gli schemi, si abbiglia cosi al quotidiano di insoliti e sperimentali modelli di maglieria, più fantasiosi gli uni degli altri. Protagonisti sono microfantasie e texture che emergono dalle superfici dei filati, nuovi effetti norvegesi su filati ricchi, lavorati a losanghe e punti geometrici jacquard per cardigan e giacche slim, sottilissime maglie di cashmere sovratinte, double di cashmere, costa inglese e maglioni oversize realizzati con un filo di lana. Gioca con il cardigan che diventa una giacca nel puro repertorio brit style, declinato in toni vitaminici. Tra i must-have del suo guardaroba conta un parka militare, rieditato in lana shetland con applicazioni di pelle, una camicia a stampa check – dal micro al macro – un jeans slim fit cimosato in cotone organico, un paio di sneakers dall’allure old classic o minimal ma dai materiali hi tech e un incontornabile capo in stile army. Accessorizza infine il proprio stile con un paio di gemelli: talora preziosi, spesso eccentrici, sempre personalizzati. Dal businessman al gentleman, dallo sportivo all’avventuriero. Eterni suoi compagni di viaggio più fedeli sono sacche e borsoni, multifunzionali, morbidi e capienti, dotati di eleganti cuciture, ma anche la postina e la classica doctor bag.