Un’eccellente opera di design, realizzata con materiali che, oltre al ruolo estetico, hanno anche un valore simbolico per la città di Dubai. Si presenta così il trofeo realizzato da Pininfarina per il la prima manifestazione ciclistica organizzata dal Dubai Sports Council, in collaborazione con Rcs Sport, la cui prima edizione si svolgerà dal 5 all’8 febbraio 2014.
"E’ un onore per Pininfarina essere partner nella prima edizione del Dubai Tour e sostenere un progetto che è destinato a diventare la più prestigiosa gara ciclistica del continente asiatico", ha sottolineato il presidente Paolo Pininfarina. Il Trofeo prende vita da un cerchio, che, sotto la pressione del movimento, genera una forma dinamica ed elegante. Molteplici sono i riferimenti al mondo del ciclismo: il trofeo può infatti essere visto come la ruota di una bicicletta in corsa, rappresentando così la tensione della competizione e, allo stesso tempo, è stato pensato per essere indossato dal vincitore come omaggio ai ciclisti del passato che portavano le camere d’aria a tracolla. I materiali usati hanno un ruolo estetico ma anche uno simbolico in riferimento alla realtà di Dubai: l’oggetto nasce dagli straordinari cristalli di sabbia blu sfaccettati, tipici del deserto locale, per trasformarsi in una forma perfetta sotto l’azione della velocità. "Il Trofeo – aggiunge il presidente dell’azienda – riflette i principi dello stile Pininfarina: la ricerca della purezza delle linee e una sintesi estetica che, nel caso di automobili o di oggetti per la casa, è una combinazione di bellezza e funzionalità, forma e tecnologia”.