La tensostruttura montata la scorsa primavera in Piazza Duomo. Quest’anno sarà posizionata in posizione più defilata

Nessuna delle 74 sfilate previste per la prossima edizione di Milano Moda Donna, in programma dal 21 al 27 settembre 2011, si terrà sotto gli archi della Loggia dei Mercanti. Lo spazio, che ospita il sacrario dei caduti per la libertà e per i deportati milanesi nei campi di concentramento nazisti, è un luogo della memoria, non adatto alle sfilate. Aveva tuonato l’Anpi, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia, una volta saputo che proprio la Loggia dei Mercanti sarebbe stata (insieme al Fashion Hub di Palazzo Giureconsulti, a Palazzo Clerici e al Circolo Filologico) una delle location della kermesse. E così ieri, a pochi giorni dall’inizio ufficiale della manifestazione, il comune di Milano fa marcia indietro decidendo di «collocare l’allestimento previsto per le sfilate di Milano Moda Donna in piazza Duomo lato Rinascente». Tutto risolto quindi? Non proprio, dato che la nuova location potrebbe urtare ben altre sensibilità. Il 25 settembre una messa solenne celebrata in Duomo segnerà ufficialmente l’insediamento di Angelo Scola a nuovo arcivescovo della Diocesi milanese. Un grande avvenimento per Milano, a causa del quale la Camera Nazionale della Moda Italiana aveva infatti deciso di non replicare l’esperienza della tensostruttura montata in piazza Duomo. Adesso cambia tutto. Per il momento nessuna lamentela ufficiale della Curia, che però precisa: «Nessuna interferenza nelle legittime decisioni del Comune e ricordiamo semplicemente che quel giorno Piazza Duomo sarà al centro dell'attenzione di migliaia di cittadini e fedeli, non solo a Milano ma in tutta Italia. Siamo sicuri che tutti ne sono consapevoli e si regoleranno nel modo migliore per tutti».

Il calendario ufficiale di Milano Moda Donna