© iStockPhoto.com/gpointstudio

Sono finiti (e anche da un po’) i tempi in cui per rendere una spa attraente agli occhi del pubblico maschile, era necessario dotarla di sterminati campi da golf e ristoranti stellati. Adesso accappatoio e kaftano sono una prerogativa genderless, come dimostrano i menu wellness dei vari centri benessere che pullulano di trattamenti concepiti esclusivamente per una clientela maschile. E i numeri: secondo un’indagine condotta da Ispa (International Spa Association) e dall’istituto di ricerca Mintel, gli uomini hanno raggiunto il 47% della clientela delle Spa a livello globale.

Naturalmente le richieste sono diverse: più che esperienze ad alto tasso di sensorialità, aromi e atmosfere, più che protocolli anticellulite e anti age che, a livello intuitivo, sembrano soddisfare i desideri femminili, gli uomini prediligono altri tipi di trattamenti, focalizzati su viso e corpo. Per quanto riguarda i facial, oltre a tutti i rituali in grado di distendere lo sguardo, attenuare i segni di stanchezza, drenare le borse e minimizzare le occhiaie, bisogna considerare la specificità della pelle maschile, tendenzialmente più spessa e soggetta alla formazione di pori dilatati (caratteristica che non vale solo per il viso, ma anche per la schiena) e la conseguente necessità di purificarla ed esfoliarla: amatissimi sono infatti scrub e peeling in grado di donare luminosità alla cute che, una volta liberata da cellule morte e strati più superficiali, appare anche più giovane. Passando invece al corpo, i massaggi più gettonati sono quelli capaci di alleggerire stress e contratture nella zona cervicale (in questo senso funzionano molto bene la tecniche shiatsu e quella thailandese, oltre che i classici massaggi fisioterapici, da concordare individualmente in base alle esigenze individuali), ma anche tutte le metodiche in grado di potenziare i benefici del movimento, come il massaggio sportivo, dall’attitudine tonificante ed energizzante. Senza rinunciare ai basic delle beauty farm: sauna e bagno turco restano luoghi frequentatissimi dall’homo termalis in cerca di relax, immediato e profondo.