Ettore Alessi

Scompare un altro grande dell’imprenditoria italiana. È morto Ettore Alessi, presidente onorario dell’omonima azienda. Nato nel 1927 a Gravellona Toce, Ettore Alessi era il secondogenito di Giovanni, fondatore del celebre marchio di casalinghi, la Alessi, che aprì i battenti nel lontano 1921. Insieme al fratello Carlo, Ettore portò l’azienda di famiglia al successo mondiale, trasformando i casalinghi da semplici oggetti di uso comune a simboli del design made in Italy. Alcuni dei modelli più conosciuti di Alessi - come la caffettiera 9090, il cocktail shaker 870 e il bollitore con fischietto melodico - sono oggi esposti al Moma di New York. Ettore Sottsass, Achille Castiglioni, Alessandro Mendini e Philippe Starck sono solo alcuni dei noti designer che hanno collaborato negli anni con l’azienda, sotto la guida di Ettore Alessi.

Morto nella sua casa di Omega sulle rive del lago d’Orta, in provincia di Verbania, dopo una lunga malattia, Ettore lascia la moglie Anna, i figli Stefano, che ha seguito le orme paterne in azienda dal 1980, e Andrea.