Un profumo Dior in vendita su eBay

Il colosso economico francese Lvmh, possessore di alcuni tra i più prestigiosi marchi del lusso francese, ha vinto la sua battaglia contro eBay. La Corte d’appello di Parigi ha confermato la condanna del portale, reo di aver venduto, nel periodo che va dal 2001 al 2006, prodotti contraffatti a marchio Louis Vuitton e Christian Dior, ma anche di aver permesso, violando gli accordi distributivi, la compravendita di profumi Dior, Guerlain, Givenchy e Kenzo.
Nonostante l’importo della multa che il portale dovrà sborsare sia stato fortemente ridotto, dai 38 milioni di euro della prima istanza ai 5,7 milioni, la sentenza ha comunque una valenza forte, è la prima volta che un tribunale riconosce l’esclusività nella distribuzione.
Se la società americana considera il pronunciamento anomalo, in contraddizione con quanto deciso per casi simili in Belgio, Germania e Gran Bretagna, il colosso del lusso francese, forte della sentenza, si prepara a estendere la sua battaglia in altri paesi.