Scissione e quotazione in Borsa. È questa la sorte scelta per Fnac da Ppr. Il cda del colosso francese guidato da Francois-Henry Pinault ha confermato che la catena di editoria ed elettronica sarà scissa rispetto alle altre aziende del gruppo e la scissione si realizzerà attraverso la distribuzione agli azionisti Ppr di azioni Fnac. Completata lo spin off, si provvederà quindi alla quotazione autonoma dell’azienda alla Borsa di Parigi. «Questo progetto di scissione fa parte delle dinamica del nostro piano di trasformazione e espansione ‘Fnac 2015’ che consentirà a Fnac di attuare la sua strategia di crescita sostenibile autonomamente» ha dichiarato a proposito Alexandre Bompard, chaiman e ceo di Fnac.

Una decisione ampiamente prevista questa che riguarda Fnac che, come sottolineano in Ppr, permetterà al gruppo (dopo la vendita di Conforama) di concentrarsi sulla crescita delle sue divisioni Lusso e Sportstyle.