Se il mercato della bellezza non si ferma mai, l’Italia non sta certo con le mani in mano. Anzi, stando a un’analisi del Centro studi di Cosmetica Italia su dati Mintel, è tra i primi sei Paesi per il lancio di nuovi prodotti. In particolare, nel 2014 ben 3.200 su un totale mondiale di 104.300 sono di provenienza tricolore.

Al top in assoluto in questo campo svetta però il Regno Unito, dall’alto dei suoi 15 mila, seguito da Francia e Germania (rispettivamente 11.100 e 8.400 lanci). Si posizionano poi a breve distanza, a quota 8 mila, gli Stati Uniti, mentre il Giappone si attesta su 4.700 novità. Il suo sesto posto è valso al nostro Paese un valore di produzione di 9,4 miliardi di euro, l’1% in più del 2013, e le previsioni per il 2015 parlano di un ulteriore +2,3%.
Ancora una volta è l’export a trainare il settore: lo scorso anno ha chiuso a 3,4 miliardi, in rialzo del 5,5% e per i prossimi 12 mesi promette un incremento di sette punti percentuali. Tra le categorie più quotate, nella Penisola, trucco e prodotti per l’igiene, mentre i trend emersi nel 2014 spiccano le preferenze per i cosmetici “naturali” e quelli multifunzione.