Ryder Cup © GettyImages

Normalmente il gioco del golf è una competizione contro il Par del campo, cioè vince chi gioca meno colpi alla fine di un giro di 18 buche, consegnando uno Score dove è segnato un punteggio per ciascuna buca. Il giocatore deve imbucare la palla in tutte le buche del giro, se non termina una buca viene squalificato. Questa modalità di gioco è definita Stroke Play. Nelle gare dei professionisti dell’European Tour e del PGA Tour la durata delle gare è di quattro giornate e 72 buche. Risulta vincitore il giocatore che al termine delle 72 buche avrà giocato meno colpi. Il gioco è singolo, cioè ciascun giocatore è in competizione contro tutti gli altri.

La Ryder Cup è una competizione in cui si gioca per il proprio Team e il punteggio è calcolato sommando vittorie e sconfitte dei giocatori del Team. In questi incontri non si contano i colpi ma si gioca Match Play cioè si contano le buche vinte da un giocatore o da un team. Al termine di ogni buca si contano i colpi giocati e si determina il vincitore cioè chi ha giocato meno colpi su quella buca. Vince la gara chi ottiene più buche vinte. Il punteggio è definito in buche up, cioè buche vinte. Se un giocatore vince tre buche, ne perde una e pareggia le altre, si dice che è 2up. Il gioco può terminare prima di avere giocato le diciotto buche del percorso, se un giocatore ha un numero di buche up superiore al numero di buche che mancano per terminare il percorso.

Un’altra particolarità della Ryder Cup sono le partite che si giocano in coppia con il regolamento Foursome e Fourball.

Nelle partite Foursome ciascuna coppia di giocatori gioca una sola palla e i componenti giocano un colpo ciascuno fino al termine della buca. Nel foursome uno dei giocatori della coppia esegue il colpo dal tee in tutte le buche pari e l’altro in tutte le buche dispari.

Il gioco Fourball è quello in cui ciascun giocatore colpisce la propria palla, ma al termine della buca si conta solo il miglior punteggio fatto dalla squadra. In queste gare non è necessario che entrambi i componenti di un team completino la buca, in ogni caso sarà considerato solo il miglior risultato della coppia.

Queste modalità di gioco sono in realtà molto strane per un golfista professionista che non è abituato a giocare in coppia e nemmeno al gioco Match Play. Nel Foursome, alternando i colpi tra due giocatori, si deve pensare a preparare un buon colpo per il proprio compagno di gioco, nel Fourball alle volte si deve rischiare oppure essere conservativi e concertare il gioco tra compagni di gara.