Tiger Woods, World Golf Championships-Cadillac Championship © Warren Little/Getty Images

Tiger Woods celebra con il suo caddie Joe LaCava la vittoria al World Golf Championships-Cadillac Championship 2013

Tiger Woods vince il WGC Cadillac 2013 con 269 colpi, diciannove sotto il par, conquista la seconda vittoria della stagione 2013 in cinque tornei giocati (Farmers Insurance Open), convince per il gioco corto, con solo 100 colpi realizza il suo record di putt su 72 buche (il record precedente era di 101 putt realizzato nel 2009), nella classifica mondiale è ancora secondo dietro a Rory McIlroy, ma Tiger in questi mesi ha guadagnato 77 punti, Rory ne ha persi 82 e adesso la distanza tra i due è notevolmente ridotta. E negli Stati Uniti è subito Tigermania.

La tigre è tornata, scrivono i commentatori americani, il campione che ha fatto appassionare al golf milioni di persone tra il 1999 e il 2009 è di nuovo in grandissima forma.

La classifica del WGC Cadillac 2013 ha visto Tiger Woods prendere la testa della graduatoria nel primo giorno di gioco e non mollare più il comando. Sono cambiati quelli che stavano con lui al comando (nel primo giorno Fredrik Jacobson, Sergio Garcia, Graeme McDowell e Bubba Watson), e quelli che stavano al secondo posto (Graeme McDowell nel secondo e terzo giorno), ma Tiger ha tenuto la leadership dalla prima alla settantaduesima buca.

I punteggi parziali di Tiger Woods sono stati 66-65-67 e 71 sulle ultime diciotto buche. E anche nel quarto giro Tiger ha giocato bene fino alla buca 15 con tre birdie, poi alla 16 ha marcato bogey che ha ripetuto anche alla buca 18, la terribile Blue Monster.

Al secondo posto della classifica si è piazzato l'americano Steve Stricker, 271 colpi (67-67-69-68), in terza posizione con 274 colpi, lo spagnolo Sergio Garcia (66-72-67-69), lo statunitense Phil Mickelson (67-67-69-71), il nordirlandese Graeme McDowell (66-67-69-72) e l'australiano Adam Scott che ha rimontato molte posizioni con l'ultimo giro in 64 colpi (72-70-68-64).

Al settimo posto l'americano Keegan Bradley con 276 colpi (68-68-69-71), e in ottava posizione, con 278 colpi, il nordirlandese Rory McIlroy (73-69-71-65), l'inglese Justin Rose (68-72-70-68), lo svedese Peter Hanson (67-71-70-70) e l'americano Michael Thompson (69-69-67-73).

Rory McIlroy ha rimontato la classifica con il punteggio delle ultime diciotto buche, un giro in 65 colpi, senza bogey, con un eagle alla buca 1 e cinque birdie.

Francesco Molinari e Matteo Manassero erano i due italiani alla partenza del WGC Cadillac 2013 e hanno avuto alti e bassi, punteggi ottimi si sono alternati a giornate sbagliate.

Matteo Manassero era alla sua prima esperienza al WGC Cadillac e ha concluso il torneo in ventitreesima posizione, 283 colpi, cinque sotto il par. Matteo ha giocato i primi due giri in 71, nella terza giornata ha cominciato molto male con bogey alla buca 1 e alla 3, e non è riuscito a recuperare il suo bel gioco chiudendo in 75 colpi. Ma nella quarta giornata stava facendo il giro perfetto! Quattro birdie sulle prime nove buche, quattro birdie dalla buca 10 alla buca 17, il suo score era di otto colpi sotto il par… Ma la buca 18, la nefanda Blue Monster, la buca dove per tre giorni aveva chiuso con il par (4), era lì che lo attendeva con il suo lago enorme e pericolosamente a bordo green. Manassero ha giocato il secondo colpo nel lago. Penalità, droppaggio e quarto colpo senza la concentrazione, ormai andata a farsi friggere. Due putt. Score della quarta giornata 66 colpi: un risultato ottimo, ma avrebbe potuto essere meraviglioso con il 64!

Francesco Molinari questa settimana ha incontrato un bruttissimo giovedi. Giovedi da dimenticare con il punteggio di 78 colpi: un doppio bogey (alla buca 18) e sei bogey. Poi, venerdi, Francesco ha giocato come da grande campione qual è, giro in 66 colpi, sei sotto il par, sei birdie, e recuperato totalmente lo score negativo del primo giro. Sabato Francesco Molinari ha avuto una giornata normale, giro in par 72. E domenica, sulle ultime diciotto buche Francesco ha girato bene fino alla buca 17, quando il suo score era di quattro sotto il par, ma la Blue Monster (la buca 18) è stata la trappola degli italiani e Molinari ha marcato bogey, punteggio totale 69 colpi, tre sotto il par. Punteggio totale per il WGC Cadillac 2013, 285 colpi, ventottesima posizione di classifica.

Migliore score di giornata: 64 colpi Adam Scott (Australia)

Peggiore score di giornata: 80 colpi, George Cotzee (Sud Africa), Paul Lawrie (Scozia)