© Gregory Shamus/Getty Images

Webb Simpson al comando del WGC Bridgestone Invitational 2013 dopo le prime diciotto buche

L'americano Webb Simpson è al comando della classifica dopo le prime diciotto buche del torneo di golf WGC Bridgestone Invitational 2013 con lo score di 64 colpi, sei sotto il par del percorso South Course del Firestone Country Club, ad Akron, in Ohio, Stati Uniti. Curiosando tra le statistiche di gioco è evidente che Webb Simpson ha la leadership per quello che ha saputo fare con il colpo al green e con il putt, la distanza alla quale ha piazzato l'approccio è stata del 15% inferiore alla media del primo giro (ha piazzato la palla a 9 metri dalla buca) e soprattutto Webb Simpson ha giocato solo 1,273 putt per buca contro la media di 1,808 (cioè ha giocato 23 putt sul giro contro una media di 32). Al secondo posto della classifica del WGC Bridgestone Invitational 2013 c'è lo svedese Henrik Stenson con il punteggio di 65 colpi, in terza posizione con lo score di 66 colpi troviamo l'inglese Chris Wood e gli americani Tiger Woods, Keegan Bradley e Ryan Moore. In settima posizione, score 67 colpi, l'inglese Luke Donald e gli statunitensi Bubba Watson, Jason Dufner, Rickie Fowler, Bill Haas e Jim Furyk. Un solo giocatore ha chiuso in -2, 68 colpi, Scott Piercy (compagno di gioco di Matteo Manassero) e si trova in tredicesima posizione di classifica.

Francesco Molinari è diciannovesimo, 70 colpi, par del campo, stesso risultato di Rory McIlroy, Gonzalo Fernandez Castano, Peter Hanson, Paul Casey e Branden Grace.

Per Francesco Molinari 5 birdie, 9 par, 3 bogey e, purtroppo un doppio bogey, al par quattro della buca 4. Il gioco di Francesco è stato buono, un colpo sotto il par sulle sue prime nove buche e uno sopra sulle seconde nove, ha realizzato cinque birdie e ha giocato 30 putt per il primo giro, se non ci fosse stato il doppio bogey al par quattro dove con il secondo colpo era a 24 metri a sinistra della buca, il ferro gli è rimasto in mano, la palla ha fatto solo 15 metri e si è ritrovato a giocare tre putt, sarebbe stato un ottimo score.

Matteo Manassero è trentunesimo, +1, 71 colpi, e come lui anche Graeme McDowell, Lee Westwood, Sergio Garcia, Ernie Els e Miguel Angel Jimenez.

Matteo Manassero ha girato con due birdie, quattordici par, un bogey e un doppio bogey al par tre della buca 15. Su questo campo la lunghezza di molte buche è un pò penalizzante per Matteo, ma i drive li ha giocati in modo abbastanza preciso, e anche in green ci è arrivato bene ma non sempre a distanze imbucabili, tanto che ha perso qualche colpo fondamentale per la classifica con il putter, 34 putt giocati sulle prime diciotto buche.

La classifica del WGC Bridgestone Invitational 2013 continua con gli score di 72 colpi, +2, e vede al 41esimo posto Nicolas Colsaerts, Shane Lowry, Angel Cabrera, Dustin Johnson, Phil Mickelson e Matt Kuchar.

Più indietro Adam Scott (+3), Martin Kaymer e Charl Schwartzel (+4), e Martin Laird (+7).

Ci sono sei ore di fuso orario tra l’Ohio e l’Italia, la prima partenza di venerdi 2 agosto sarà alle ore 8:40 locali, da noi saranno le 14:40.

I tee time (ora locale) di venerdi 2 agosto del WGC Bridgestone Invitational 2013:

ore 9:00 Francesco Molinari con Sang-Moon Bae

ore 9:40 Rory McIlroy con Brandt Snedeker

ore 9:50 Phil Mickelson con Justin Rose

ore 12:30 Matteo Manassero con Scott Piercy

ore 13:10 Tiger Woods con Hideki Matsuyama

ore 13:40 Webb Simpson con Lee Westwood

ore 13:50 Bubba Watson con Miguel angel Jimenez

WGC Bridgestone Invitational 2013, la presentazione del torneo di golf