© Andy Lyons/Getty Images

Edoardo Molinari discute con il suo caddie Andy Forsyth durante il primo giro dell’U.S. PGA Championship 2014

E’ cominciato ieri al Valhalla Golf Club, il campo di golf disegnato da Jack Nicklaus vicino a Louisville in Kentucky, Stati Uniti, il quarto Major della stagione di golf 2014, lo U.S. PGA Championship 2014. Al termine del primo giorno di gara su diciotto buche al comando della classifica con lo score di 65 colpi, -6, ci sono l’inglese Lee Westwood e gli americani Ryan Palmer e Kevin Chappell, seguono con il punteggio di 66 colpi, -5, Edoardo Molinari, lo svedese Henrik Stenson, il nordirlandese Rory McIlroy, l’inglese Chris Wood e l’americano Jim Furyk.

Le statistiche di Edoardo Molinari sulle prime diciotto buche sono ottime nonostante non sia un giocatore molto lungo, e su questo campo con alcuni par 4 da 460 metri hanno la meglio i forti colpitori di drive. Edoardo ha giocato in modo esemplare le prime 9 buche, par 35 dalle quali è uscito in 31 colpi, -4, con 4 birdie. Meno bene sulle seconde 9 buche giocate in 35 colpi, par 36, con tre birdie e due bogey. La differenza che ha permesso a Edoardo di essere a -5 è stata la qualità del putt, infatti ha guadagnato 3,560 colpi con il putt, 1,417 putt per green in regulation. Al termine del suo giro Edoardo Molinari si è dichiarato soddisfatto del gioco con i ferri, felice della precisione dei putt e sollevato dal fatto che nonostante abbia commesso qualche imprecisione con i drive il campo gli abbia permesso di recuperare all’errore.

Il riepilogo della classifica della prima giornata dell’U.S. PGA Championship 2014: prima posizione con 65 colpi Lee Westwood, Ryan Palmer e Kevin Chappell, quarta posizione con 66 colpi Edoardo Molinari, Henrik Stenson, Rory McIlroy, Chris Wood e l’americano Jim Furyk. Nona posizione con 67 colpi per il finlandese Mikko Ilonen e l’americano Jerry Kelly, undicesimo posto con 68 colpi per l’olandese Joost Luiten, l’austriaco Bernd Wiesberger, l’irlandese Shane Lowry, l’australiano Matt Jones, il sudcoreano Seung-Yul Nou, gli statunitensi Shawn Stefani e J.B. Holmes, gli inglesi Ian Poulter e Danny Willett.

Tra i giocatori con il punteggio di 69 colpi, -2, ci sono gli americani Richie Fowler e Phil Mickelson, il francese Victor Dubuisson, lo spagnolo Rafael Cabrera Bello e il gallese Jamie Donaldson.

Sergio Garcia, Bubba Watson, Martin Kaymer, Ernie Els e Luke Donald sono in 35esima posizione con il punteggio di 70 colpi, -1.

Par del campo con 71 colpi per Francesco Molinari, 54esima posizione di classifica. Per Francesco è arrivato un doppio bogey alla buca 2, poi è recuperato benissimo con tre birdie alle buche 4, 8 e 9, uscendo dalla prime nove buche in 34 colpi, -1. Sulle seconde nove buche Francesco ha marcato bogey alle buche 13 e 15 e un solo birdie alla buca 14, score di 37 colpi, +1.

Male Tiger Woods, score di 74 colpi, +3. Non è sembrato avere dolori alla schiena, ma piuttosto di essere ben lontano dal giocatore preciso e implacabile che conoscevamo, ha continuato a sbagliare i drive e ha smarrito la capacità di mettere al palla in bandiera, infatti la sua media è stata di 2,000 putt nei green in regulation.

Giornata negativa per Matteo Manassero che ha giocato 80 colpi, +9, e si trova nelle ultime posizione della classifica del primo giorno di gara, tre doppi bogey, tre bogey.

I tee time di venerdi 8 agosto:

ore 07:45 dal tee della buca 10 Matteo Manassero, Scott Stallings, Eric Williamson

ore 08:15 dal tee della buca 1 Sergio Garcia, Steve Stricker, Tom Watson

ore 08:35 dal tee della buca 10 Rory McIlroy, Bubba Watson, Martin Kaymer

ore 08:55 dal tee della buca 10 Francesco Molinari, J.B. Holmes, Luke Donald

ore 13:25 dal tee della buca 1 Adam Scott, Lee Westwood, Jordan Spieth

ore 13:45 dal tee della buca 1 Tiger Woods, Padraig Harrington, Phil Mickelson

ore 14:30 dal tee della buca 10 Edoardo Molinari, Ryan Helminen, Kevin Streelman

U.S. Pga Championship i vincitori dal 1916

U.S. Pga Championship 2014 la presentazione del torneo