©  Warren Little/Staff - GettyImages Sport

Sergio Garcia e il suo caddie Greg Hearmon durante la Pro-am dell'Omega Dubai Desert Classic all'Emirates Golf Club del 30 gennaio 2013

Avrà inizio giovedi 31 gennaio l'ultimo torneo del trittico del deserto, l'Omega Dubai Desert Classic 2013 che si giocherà per settantadue buche fino a domenica 3 febbraio, appuntamento dell'European Tour di golf che viene dopo l'Abu Dhabi HSBC Championship e il Commercial Bank Qatar Masters.

A difendere il titolo vinto lo scorso anno ci sarà Rafael Cabrera Bello che lo conquistò con il punteggio di 270 colpi, diciotto sotto il par, con un colpo di vantaggio su Stephen Gallacher e Lee Westwood. Nell'edizione 2012 furono sei i giocatori italiani impegnati all'Omega Dubai Desert Classic: Francesco Molinari (16°), Edoardo Molinari (24°), Matteo Manassero (42°), Federico Colombo (81°), Lorenzo Gagli e Andrea Pavan (che non passarono il taglio).

La storia del torneo inizia nel 1989, si è sempre giocato sul percorso dell'Emirates Golf Club di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, e quella dei prossimi giorni sarà la 24° edizione, non si giocò nel 1991, il primo vincitore fu l'inglese Mark James, ma questo è un torneo vinto da molti grandissimi campioni, e spesso sono stati spagnoli. Nel 1994 vinse Ernie Els, che doppiò la vittoria nel 2005, nel 1995 a conquistare il titolo fu Fred Couples, nel 2006 fu la volta di Tiger Woods che lo vinse anche nel 2008, e nel 2009 toccò a Rory McIlroy. Molti spagnoli: sono cinque quelli che si sono aggiudicati il torneo, a cominciare da Severiano Ballesteros (1992), Jose Maria Olazabal (1998), Miquel Angel Jimenez (2010), Alvaro Quiros (2011), Rafael Cabrera Bello (2012).

Per i giocatori italiani non è mai stato un torneo "facile", il miglior piazzamento nella storia è quello di Francesco Molinari, nel 2010 quando si piazzò quarto, i piazzamenti nella top 10 sono stati di Emanuele Canonica che arrivò nono nel 2006, e Costantino Rocca decimo nel 1997 e nono nel 1993.

Ci saranno 132 giocatori alla partenza dell'Omega Dubai Desert Classic 2013, oltre al campione in carica Rafael Cabrera Bello prenderanno il via Lee Westwood, alla prima gara della nuova stagione, Chris Wood vittorioso la scorsa settimana al Commercial Bank Qatar Masters, Scott Jamieson attuale numero uno della Race to Dubai 2013, Jamie Donaldson vincitore dell'Abu Dhabi HSBC Championship, e quattro italiani: Edoardo Molinari, Matteo Manassero, Lorenzo Gagli e Alessandro Tadini.

Si gioca per la vittoria del torneo e per i punti in palio validi per la classifica mondiale perché entrare, o rimanere per Matteo Manassero (oggi è 44°), nella top 50 del mondo vuol dire avere l'accesso ai due tornei del World Golf Championship (WGC) che si giocheranno negli Stati Uniti a fine febbraio e inizio marzo.

Dopo l'Omega Dubai Desert Classic il tour europeo si allontanerà dagli Emirati Arabi per fare ritorno qui a Dubai per l'ultima gara della stagione 2013 a novembre.

I tee time di giovedi 31 gennaio (ora locale + 3 ore rispetto all'Italia):

ore 7:15 dal tee della buca 1 Lorenzo Gagli, Robert Coles, Jorge Campillo

ore 8:05 dal tee della buca 10 Matteo Manassero, Paul Casey, Bernd Wiesberger

ore 11:45 dal tee della buca 10 Edoardo Molinari, Richerd Green, Todd Hamilton

ore 13:15 dal tee della buca 1 Alessadro Tadini, Faycal Serghini, Muhammad Munir

Gli appassionati potranno seguire la diretta del torneo su Sky al canale 202 dalle ore 10:30.