Jordan Spieth con il suo caddie caddie Michael Greller alla buca 17 nel primo giro del Masters Augusta 2015

Jordan Spieth ha fatto una partenza fulminante nella prima giornata di gara del torneo di golf Masters Augusta 2015: giro in 64 colpi, otto sotto il par, miglior risultato sulle prime diciotto buche dal 1996, tre colpi di vantaggio sui primi inseguitori in classifica, nove birdie (e un bogey).

L’americano Jordan Spieth ha 21 anni, nato a Dallas in Texas, il 27 luglio del 1993, diventato professionista nel 2012, è attualmente il numero 4 della classifica mondiale del golf, lo scorso anno si è piazzato secondo al Masters dietro al vincitore Bubba Watson, dal mese di febbraio ha conquistato il 7° posto all’AT&T Pebble Beach, 4° al Northern Trust Open, 17° al WGC Cadillac Championship, 1° al Valspar Championship, 2° al Valero Texas Open e 2° la scorsa settimana allo Shell Houston Open.

La classifica dopo le prime diciotto buche del Masters Augusta 2015 vede Jordan Spieth al comando con lo score di 64 colpi, -8; seconda posizione con 68 colpi, -5, per l’americano Charley Hoffman, l’inglese Justin Rose, il sudafricano Ernie Els e l’australiano Jason Day.

A meno 4, sesta posizione, per lo spagnolo Sergio Garcia e lo statunitense Russell Henley.

Rory McIlroy è 18°, 71 colpi, -1, al termine del primo giro si è detto soddisfatto del suo gioco, tre birdie e due bogey, e fiducioso per le sensazioni positive riscontrate in gara.

Tiger Woods ha giocato 73 colpi, +1, quattro bogey e tre birdie. L’aspetto positivo del gioco di Tiger è stato il gioco corto che è sembrato ottimo, buon feeling con il wedge e precisione nell’impatto della palla. Qualche problema piuttosto nel gioco lungo, 10 fairway presi su 14, 11 green presi in regulation su 18, una palla in acqua al par 3 della buca 12. Ma al termine del giro Tiger Woods ha confermato di sentirsi bene e di avere attaccato il campo, senza paura di sbagliare.

Lo score dei giocatori europei dopo 18 buche all’Augusta National Golf Club:

Justin Rose 2°, 67 colpi, -5

Sergio Garcia 6°, 68 colpi, -4

Paul Casey 8°, 69 colpi, -3

Danny Willett 18°, 71 colpi, -1

Graeme McDowell 18°, 71 colpi, -1

Rory McIlroy 18°, 71 colpi, -1

Stephen Gallacher 18°, 71 colpi, -1

Thomas Bjorg 31°, 72 colpi, par

Jonas Blixt 31°, 72 colpi, par

Padraig Harrington 31°, 72 colpi, par

Henrik Stenson 41°, 73 colpi, +1

Ian Poulter 41°, 73 colpi, +1

Lee Westwood 41°, 73 colpi, +1

Bernhard Langer 41°, 73 colpi, +1

Darren Clarke 54°, 74 colpi, +2

Jamie Donaldson 54°, 74 colpi, +2

Victor Dubuisson 54°, 74 colpi, +2

Sandy Lyle 54°, 74 colpi, +2

Mikko Ilonen 54°, 74 colpi, +2

Luke Donald 69°, 75 colpi, +3

Ian Woosnam 69°, 75 colpi, +3

Shane Lowry 69°, 75 colpi, +3

Bernd Wiesberger 69°, 75 colpi, +3

Martin Kaymer 77°, 76 colpi, +4

Joost Luiten 77°, 76 colpi, +4

Bradley Neil 85°, 78 colpi, +6

Miguel Angel Jimenez 85°, 78 colpi, +6

Jose Maria Olazabal 89°, 79 colpi, +7

I tee time di venerdi 10 aprile 2015 (ora locale -6 ore rispetto all'Italia):

ore 09:57 Jordan Spieth, Billy Horschel, Henrik Stenson

ore 10:30 Tiger Woods, Jamie Donaldson, Jimmy Walker

ore 12:42 Bubba Watson, Justin Rose, Gunn Yang

ore 13:48 Phil Mickelson, Rory McIlroy, Ryan Moore

L’approfondimento di Dario Donadoni

Masters Augusta tutti i vincitori del torneo dal 1934

Masters Augusta il taglio è determinato dal punteggio del giocatore in testa al torneo

La fotogallery del Par 3 Contest