©GettyImages

Luke Donald

Il sogno di vincere il prestigioso Bmw Pga Championship Matteo Manassero lo ha accarezzato a lungo, troppo belle, quasi perfette le prime tre giornate di gara, così entusiasmante vedere il suo nome insieme ai più grandi, lì in cima al tabellone. Ma alla fine il giovane campione, arrivato a giocarsi le ultime 18 buche al comando appaiato a Luke Donald ha chiuso il torneo, giocato sul proibitivo green del Wentworth Club di Surrey, in Inghilterra, in settima posizione. 283 colpi, frutto di due giri strepitosi, i primi appunto chiusi rispettivamente in 66 e 70 colpi, di un terzo giro buono (72) e di un’unica giornata storta, proprio quella di ieri, chiusa dal giovane talento veronese in 75 colpi, 4 sopra il par. Una delusione questa di Matteo, che in realtà è un’impresa, per la quale la maggioranza dei quasi 150 giocatori a Surrey, molto più grandi e esperti del veronese, avrebbero sottoscritto.

Al di là della ‘delusione’ di Manassero il Bmw Pga Championship ha regalato delle emozioni bellissime. A contendersi il titolo fino alla ultime buche, e oltre, i due più forti giocatori al mondo, Lee Weestwood e Luke Donald, primo e secondo del Golf World Ranking. I due inglesi hanno chiuso le buche regolamentari appaiati a 278 colpi (6 sotto il par). Si è andati quindi al playoff. Qui Donald, dopo la delusione patita la scorsa settimana al Volvo Match Play Championship per mano di Ian Poulter, non ha sbagliato, sul par 5 della buca 1 ha segnato un birdie che, alla luce del bogey di Weestwood, ha significato vittoria del torneo e prima posizione della classifica mondiale ‘scippata’ al connazionale battuto.

Nel nuovo Golf World Ranking Luke Donald è primo, Lee Weestwood secondo e Martin Kaymer terzo. Un bel passo avanti lo segna Matteo Manassero che con la sua prestazione maiuscola, guadagna sei posizioni e entra per la prima volta tra i primi 30 al mondo. Perdono, invece, terreno i due fratelli Molinari. Francesco, che a Surrey ha chiuso 50esimo, scivola dalla 19esima alla 20esima posizione, mentre Edoardo 35esimo, scende dalla 31esima alla 33esima posizione.