Photo by FABRICE COFFRINI/AFP via Getty Images

È ufficiale: il Campionato Europeo di calcio slitta al 2021. La Uefa ha scelto di bloccare uno dei maggiori appuntamenti calcistici dell’anno rimandando tutto all’anno prossimo, precisamente dall’11 giugno all’11 luglio 2021. La decisione arriva a seguito di una riunione catra la Federazione, le Leghe, i Club e i rappresentanti dei calciatori. È tutto da definire, ora, cosa comporteranno queste decisioni anche per le televisioni che detengono i diritti, Sky in primis, e che avrebbero trasmesso il calcio d’inizio il 12 giugno a Roma. Restano in stand by tutte le competizioni e partite (amichevoli incluse) dei club e delle nazionali, maschili e femminili; a seconda di come evolverà l’emergeza Covid-19, potrebbero essere disputate, a partire da giugno, i play off e le amichevoli internazionali di Euro 2020 previste per marzo. Un gruppo di lavoro sta studiando, inoltre, soluzioni per permettere ai vari club di concludere la stagione in corso. La Uefa ha assicurato che verrà rimborsato chi avesse già acquistato i biglietti per Euro 2020 (così come prenotato gli alberghi nel caso di trasferte), ma non potrà assistere al campionato 2021. Il processo di rimborso verrà comunicato entro il prossimo mese.