Il Custom Line 108’, novità del gruppo Ferretti in collaborazione con lo studio Zuccon International Project, sarà presentato in anteprima al Festival di Cannes 2015 (8-13 settembre 2015)

Da Azimut a Ferretti, da Baglietto a Perini Navi. I più grandi produttori italiani di yacht si uniscono per promuovere le eccellenze italiane del comparto sia a livello nazionale che internazionale. L’associazione, a cui faranno capo ben 25 brand operanti nel settore, prende il nome di Nautica Italiana, affiliata a Fondazione Altagamma ma completamente autonoma e presieduta da Lamberto Tacoli, presidente e Ceo del gruppo Crn Yacht (qui l’organigramma e i brand dell’associazione). “La scelta di affiliare Nautica Italiana ad Altagamma”, ha commentato il presidente della Fondazione Andrea Illy, “è un passo innovativo che rafforza le potenzialità di collaborazione fra i nostri singoli settori a sostegno di quella cultura del Fare Sistema di cui il nostro Paese ha estremo bisogno”.

 I TRE PILASTRI DI NAUTICA ITALIANA. L’associazione, come sottolineato dal presidente Tacoli, nasce “in totale assenza di polemiche con Ucina, ma con la volontà di intraprendere un percorso specifico per una valorizzazione trasversale di tutte le realtà del comparto, con un occhio particolare all’export”. I punti cardine di Nautica Italiana saranno il sostegno all’export, il monitoraggio sull’andamento del comparto e la realizzazione di un progetto per favorire la presenza degli associati a tutti gli eventi internazionali di rilievo. In una nota si sottolinea come l’associazione sarà aperta alla collaborazione con altre importanti realtà del settore.