BusinessPeople

Progetto manager

Torna a Le opinioni

La ripresa dipende da noi

Mercoledì, 09 Settembre 2020
La ripresa dipende da noi

Dato per scontato il forte calo del pil nell’anno in corso, nel loro complesso i dati di giugno sull’andamento dell’economia nei principali Paesi del mondo sono stati incoraggianti. La ripresa delle attività è in atto, seppure meno in Europa e in Italia, dove il ritardo è visibile. I dati Istat rilevano che il tasso di occupazione cala (è tornato ai livelli del 2016), quello di disoccupazione cresce e quello di inattività scende in questa fase di crisi, congelata dal blocco dei licenziamenti e con l’estensione della cassa integrazione. L’impatto del coronavirus sul mercato del lavoro è quindi mitigato dagli ammortizzatori sociali. Bisogna vedere cosa succederà in questa seconda parte dell’anno, dopo la sospensione del blocco dei licenziamenti e quando ci si accorgerà che sarebbe stato meglio fare investimenti per rafforzare la formazione dei lavoratori affinché potessero rimanere sul mercato.

Una scintilla per il rilancio

Una scintilla per il rilancio

Mercoledì, 09 Settembre 2020

Manager a supporto di aziende che dopo l’emergenza Covid-19 devono ripartire con slancio. Questo l’obiettivo del progetto lanciato da Manageritalia e Confcommercio con il nostro Centro di Formazione Management del Terziario (Cfmt). Per uscire della difficile situazione e ripartire forti di un’iniezione di managerialità.

Servono competenze, responsabilità e ruoli

Servono competenze, responsabilità e ruoli

Martedì, 09 Giugno 2020

Facciamo ripartire e correre l’Italia guidati da competenze, responsabilità e ruoli. Questo è stato il senso e l’obiettivo della maratona con i manager che abbiamo fortemente voluto e organizzato sotto l’egida di Cida (Confederazione italiana dei dirigenti e delle alte professionalità) il 2 maggio scorso.

ARCHIVIO
  • Ripartiamo dalle competenze
    Ripartiamo dalle competenze

    Lo tsunami sanitario ed economico causato dalla pandemia del coronavirus ha colpito il mondo intero. Noi siamo però tra quelli più colpiti e purtroppo anche tra quelli messi peggio per troppi anni di immobilismo e continuo rinvio delle indispensabili innovazioni mancate a livello politico, istituzionale, economico e sociale.

  • Crisi: ognuno può fare il suo, manager compresi
    Crisi: ognuno può fare il suo, manager compresi

    Un’indagine fatta nella prima decade di marzo sui nostri manager sull’emergenza coronavirus evidenzia che c’è stato un impatto rilevante (75%), che hanno riorganizzato il lavoro da casa (84%), che sono comunque all’opera e positivi e stanno già pensando a mettere in campo misure espansive (100%).

  • Redditi compressi, pensiamo a crescere
    Redditi compressi, pensiamo a crescere

    In Italia abbiamo un problema di diseguaglianza dei redditi o di crescita? A guardare gli ultimi dati sui redditi da lavoro la risposta è indubbia. Basta colpire i soliti noti, pensiamo a crescere, ad allargare la torta o metteremo a rischio la tenuta del sistema.

  • Il doppio ruolo dei manager
    Il doppio ruolo dei manager

    I manager hanno oggi un ruolo su più fronti, sia in azienda che nella società. Un diritto e dovere che da anni ci chiedono con forza di aiutarli a compiere al meglio. In azienda devono guidarci per cogliere le opportunità della rivoluzione economica in atto.

  • Ilva: emblema di uno Stato che non sa decidere
    Ilva: emblema di uno Stato che non sa decidere

    L’affaire Ilva rinnova gli amletici dubbi verso uno Stato, quindi un Paese, che non sa decidere e, ancor peggio, rafforza l’idea che da noi sia sempre più impossibile investire, perché non vi è nulla di certo e le regole cambiano continuamente senza alcuna logica razionale.

LA RIVISTA
Anno XV n 9 settembre 2020
Copyright © 2020 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media