© JESHOOTScom on Pixabay

Si conclude oggi quella che per molti è stata la prima settimana di lavoro dopo le ferie e bisogna ammettere che il ritorno dalle vacanze estive può essere davvero traumatico: secondo alcuni studi, soffre di stress da rientro il 50% della popolazione. Lontano dall'ufficio i tempi sembrano allungarsi, si dorme di più, si fa più attività fisica e ci si rilassa. Il rientro alla quotidianità può portare a un aumento dello stress, che si manifesta in mancanza di concentrazione, ansia e nervosismo, spossatezza e leggera depressione. Ecco dieci consigli che possono aiutare a superare questo momenti di difficoltà.

I dieci consigli per superare lo stress da rientro

  1. Concedersi del tempo all’aria aperta 
    In spiaggia o in montagna, durante le vacanze il corpo si è abituato alla luce del sole e la luce artificiale dell’ufficio o di casa può causare stress. Concedetevi molte pause all’aria aperta, saranno sufficienti 15 minuti ogni due ore per far abituare gradualmente il vostro organismo al cambiamento; approfittate di ogni momento utile per uscire a sgranchirvi le gambe, riattivare la circolazione e far riposare mente e corpo.
  2. Delegare laddove possibile
    Soprattutto le pratiche burocratiche che, lunghe e complesse, rischiano di far impennare il livello di stress. A professionisti o, in alcuni casi, anche alle app. Per esempio, molte applicazioni presenti sul mercato sono in grado di dare supporto legale a tutti i passeggeri alle prese con le rischieste di rimborso in pochi semplici passaggi. 
  3. Coltivare il tempo libero 
    Le attività extra quotidiane possono aiutare corpo e mente a rilassarsi e trovare nuovi svaghi. L’orticoltura e il giardinaggio, per esempio, sono ormai considerate vere e proprie attività terapeutiche.
  4. Concedersi una pausa a regola d’arte 
    Nei giorni di pioggia settembrini un’attività manuale e creativa può aiutare per ritrovare la calma, vincere lo stress e divertirsi. Una stampa da colorare, qualche matita o pennello, un motivo geometrico o il particolare di un disegno più complesso, possono diventare utili per “staccare la spina”. 
  5. Seguire un’alimentazione sana 
    Lo zucchero è fondamentale per il cervello: ha bisogno di carboidrati semplici, come possono essere frutta, yogurt e latte, e di carboidrati complessi, come pasta, pane e cereali. Durante le vacanze le regole base di un’alimentazione corretta possono essere sfuggite di mano, settembre è il momento giusto per riprenderle e donare nuova energia al proprio corpo. Inoltre, mettersi ai fornelli può essere un modo per mangiare sano e al tempo stesso rilassarsi. 
  6. Dimenticare le pulizie di casa 
    Tornati dalle ferie, l’ultimo pensiero che si vorrebbe affrontare riguarda le pulizie di casa. Una volta rientrati infatti, ci si vorrebbe solo rilassare sul proprio divano e stare quanto più lontano da aspirapolveri e simili. Per risolvere il problema e continuare le vostre serie tv senza interruzioni potete regalarvi uno dei nuovi robot a intelligenza artificiale. 
  7. Organizzare lo spazio, aumentare la produttività 
    Prima di tornare alla scrivania e iniziare a lavorare a 360° gradi, prendetevi del tempo per riorganizzare lo spazio. Un nuovo ambiente ordinato e pulito aumenta la produttività e l’efficienza. Bonfiglioli Consulting, società di consulenza direzionale specializzata nella metodologia Lean, ha dimostrato che proprio a partire dal tavolo di lavoro, l’applicazione della regola d’oro delle 5S (sgomberare, sistemare, splendere, standardizzare e sostenere) può portare a un aumento di produttività fino al 40% e una riduzione di errori fino al 50%.
  8. Fare sport 
    Potrà sembrare assurdo, ma durante le vacanze il corpo si è abituato a un’attività fisica diversa da quella del quotidiano. L’organismo si è infatti dimenticato delle otto ore in ufficio e potreste cogliere l’occasione per non fargli dimenticare anche quest’anno cosa significa fare sport: iniziate nuove attività come il jogging, lo yoga o il nuoto, aiuteranno il corpo a ritrovare energie e la mente troverà nuovo benessere. Se la giornata è già piena di impegni, approfittate del bel tempo per andare al lavoro in bici. 
  9. La meditazione  
    Per liberarvi dallo stress dei primi giorni di lavoro potreste pensare di concedervi una buona e sana abitudine prima di andare a dormire: la meditazione. Andy Puddicombe, ex monaco buddhista e fondatore di Headspace, sostiene che ci vogliano solo cinque minuti di meditazione al giorno per rilassarsi. In un mondo in cui la mente è sempre impegnata a pensare o a immagazzinare informazioni, è fondamentale fermarsi per qualche minuto, prestare attenzione a quello che si ha intorno e semplicemente vivere il presente. 
  10. Programmare un altro viaggio 
    Un sondaggio condotto da Project Time Off ha dimostrato che le persone che programmano le vacanze sono più felici di quelle che non le programmano. Il solo pensare a un’altra vacanza, all’organizzazione di un weekend fuori porta o a qualsiasi attività che abbia come obiettivo il relax stimola il rilascio di dopamina, l’ormone dell’euforia che dona subito una sensazione di piacere.