CV social in crescita, i Millennials snobbano le application tradizionali

© geralt on Pixabay

In un mondo sempre più dominato dai social network, non sorprende che i Millennials stiano iniziando a snobbare le application tradizionali e che i più giovani (età 18-24 anni) siano per il 70% convinti che un CV "old style" non permetta loro di mostrare chi sono realmente. Non solo, il 65% dei giovani tra i 18 e i 24 anni è preoccupato di non avere abbastanza esperienza da inserire nel CV e oltre la metà rinuncia ad inviare la candidatura a possibili lavori perchè pensa che il proprio CV sia poco completo. E intanto solo nell’ultimo anno l’hashtag #jobs è stato utilizzato su Twitter 3,3 milioni di volte. Da qui l'idea della filiale Uk del social di un'applicazione tramite tweet. in "palio", c'è la possibilità, per cinque candidati, di un’esperienza di lavoro unica nel quartier generale di Twitter a Londra. La deadline per #OneTweetCV è il 15 di ottobre e le candidature sono aperte a chiunque abbia più di 18 anni. I candidati selezionati saranno contattati per tempo e l’esperienza di lavoro è prevista per la fine del 2018.

I consigli per un application tweet efficace

Ma come colpire un potenziale datore di lavoro utilizzando solo pochi caratteri? Ecco i consigli di Jessica Mansell, Senior Recruiter di Twitter Uk:

  1. Dimostrare personalità: un tweet non deve essere più lungo di 280 caratteri. Usare immagini, emoji, threads e altro per catturare la nostra attenzione
  2. Skip Buzzwords: se non lo dite nella vita reale, perché dirlo su Twitter?
  3. Ricordate le 3 C: Chiaro, Conciso e Creativo
  4. Non esibitevi troppo, siate autentici e si vedrà
  5. Sapere dove si sta facendo application: Twitter, per fare un esempio, è un posto creativo, pieno di talenti, quindi adattate il vostro CV di conseguenza per far vedere che vi inserirete al meglio