Il brand? Per i candidati conta meno dei benefit

Image by rawpixel from Pixabay 

Se in passato la realtà lavorativa era scelta in base alla notorietà o al salario offerto, oggi la mission aziendale è fondamentale. Questo è uno degli aspetti che emergono da Future of Hiring , un’analisi dei trend del futuro nel settore del recruitment condotta da Michael Page e che ha evidenziato anche l’importanza delle soft skill in fase di valutazione dei candidati.

Otto lavoratori su dieci vogliono un’azienda responsabile

In base all’analisi, i candidati mostrano un interesse sempre più forte a essere informati su risultati e impegni sociali delle aziende, perché lavorare in una realtà in cui la parità di genere e delle minoranze è rispettata e in cui vengono applicate le norme contro la discriminazione sono condizioni necessarie. Per l’80% dei lavoratori è fondamentale lavorare in un’azienda responsabile. Ovviamente, l’essere responsabili riguarda sia le iniziative rivolte alla società, sia le azioni concrete a supporto dei propri dipendenti. 

L’importanza dei benefit in azienda 

A tal proposito, i dati mostrano che tra i desiderata dei dipendenti ci sono: l’assistenza medica per sé e per i propri familiari (77,5%), un piano pensionistico integrativo (70,9%), la possibilità di usufruire di un periodo di interruzione della carriera lavorativa (67,8%) e una polizza sulla vita (62,8%).