Fare carriera in 5 passi (senza uscire di casa)

Foto di StartupStockPhotos da Pixabay

Restare a casa, limitando al massimo i momenti di aggregazione e socialità, è un imperativo che bisogna rispettare per il bene comune. Perché non rendere produttivo il tempo passato tra le mura domestiche dedicandosi alla pianificazione del proprio futuro professionale? Il tempo è generalmente una risorsa preziosa e scarsa, meglio metterlo a frutto per investire in attività che si riveleranno utili una volta finita l'emergenza. Quali? GiGroup ne ha individuate cinque:

  1. Aggiornare il proprio curriculum.
    Rivedere il cv è una delle attività che più spesso si rimanda a periodi di maggior calma e concentrazione: questo è il momento perfetto per completare le informazioni contenute nel proprio curriculum e magari dare anche una nuova e accattivante veste grafica.
  2. Completare e rendere più efficace il profilo LinkedIn.
    È il biglietto da visita nel mondo del lavoro del terzo millennio, perciò è fondamentale tenerlo sempre aggiornato e curato nei dettagli. Dalla foto profilo, al summary, fino alle esperienze, ogni sezione fornisce informazioni sulla vita professionale di ciascuno: più complete sono, più elementi utili ci saranno per aziende e recruiter.
  3. Seguire webinar o webcast per approfondire un argomento.
    Queste lezioni online permettono di restare aggiornati e di approfondire uno specifico tema grazie all’intervento di uno o più esperti. Per seguirle è sufficiente dotarsi di un qualsiasi device (pc, smartphone, tablet) connesso a Internet.
  4. Informarsi sui contratti di lavoro.
    Alzi la mano chi ha letto con attenzione le varie tipologie di contratto di lavoro esistenti. E chi aveva approfondito gli obblighi previsti dall’informativa sulla salute e sicurezza nel lavoro agile di cui tanto si parla in questi giorni? Conoscere anche questi aspetti è molto utile ad orientarsi nel mondo del lavoro, più consapevoli dei propri diritti e doveri.
  5. Esercitarsi con le video call.
    In questi giorni l’attività di selezione e ricerca procede grazie anche ai video colloqui che consentono di rispondere anche alla crescita esponenziale delle richieste che arrivano da alcuni settori. Il video però ci può mettere un po’ più a disagio, sia in un colloquio sia in una call con un cliente o il responsabile. Fare prove con amici o colleghi, oppure videoregistrarsi e poi riguardarsi è un ottimo modo per prepararsi. In fondo è questione di abitudine.