Tecnologia ai fornelli: le ultime soluzioni hi tech per la cucina

Qui in alto, la soluzione ComboHob di Aeg, che integra la cappa d’aspirazione nel piano cottura

Non l’avevamo mai trascurata né dimenticata, ma forse l’avevamo data un po’ per scontata. Stiamo parlando della cucina, luogo essenziale delle nostre case che è tornato a prendersi la scena. I meriti li aveva tutti, ma sono state le nuove necessità a darne ulteriore lustro. La forzata quarantena durante il periodo di lockdown ha, infatti, consentito di riscoprire l’importanza non solo funzionale di questo spazio, ma anche le sue sfumature più intime. La cucina non è solo un posto per la creatività ai fornelli, ma un luogo di aggregazione spontanea sempre più interconnesso con le altre zone della casa. 

È così che l’hanno voluta intendere i progettisti moderni, ma è stata la tecnologia a riuscire a far tornare d’appeal questo spazio anche a chi non deve cucinare. Le innovazioni negli ultimi tempi hanno davvero cambiato il volto delle cucine, favorendo anche interessanti slanci di design. Lo dimostrano i piani cottura che tutto si può dire, tranne che fossero sexy. Invece ora anche i maschietti si possono esaltare davanti a prodotti come il piano a induzione Virtual Flame di Samsung. Liscio e lucente (basta un colpo di panno per pulirlo), il prodotto dell’azienda coreana nasconde tante soluzioni hi tech come la possibilità di simulare la fiamma di cottura usando una luce led regolata da un cursore touch. Ovviamente tutto può essere gestito anche dallo smartphone, rimanendo comodamente seduti in salotto. E che dire dell’ingegnosa soluzione di Aeg con il suo piano ComboHob che non solo assicura preparazione di cibi da veri chef, ma integra addirittura la cappa d’aspirazione. Il piano comunica con la cappa direttamente tramite connessione wireless e, in base al livello di cottura in azione, regola la potenza. Il risultato è una casa senza odori e un sensibile risparmio di energia. La qualità dell’aria, quella domestica, è un altro tema che in molti abbiamo trascurato. Errore che sarebbe meglio non fare visto che una ricerca dell’Enviromental Protection Agency (Epa), l’ente statunitense di protezione ambientale, ha dimostrato che l’aria negli ambienti chiusi può essere fino a cinque volte più inquinata di quella esterna.

Virtual Flame di Samsung

Virtual Flame di Samsung

Ecco allora che oggetti altamente innovativi come il sistema di aspirazione Snap dell’azienda italiana Elica può diventare un prezioso alleato per il benessere in casa. Questo vero e proprio Air Quality Balancer, svolge un monitoraggio continuo della qualità dell’aria bonificandola attivamente dalle sostanze nocive. Non solo aiuta a mantenere salubre la zona cucina, ma contribuisce anche a eliminare polveri, pollini, acari, inquinanti chimici derivanti da fumo, prodotti spray, detergenti, vernici, eccessi di umidità e tutto ciò che potrebbe far proliferare batteri, muffe e virus.

Per saperne di più 

Articolo da L’anima della cucina , allegato a Business People giugno

Di sicuro non sono terreno di cultura i frigoriferi di ultima generazione, elettrodomestici in grado di mettere a servizio dei consumatori una significativa quantità di funzionalità hi tech. In effetti, questi prodotti sono diventati estremamente sofisticati con un duplice, chiaro, obiettivo: assicurare la migliore conservazione dei cibi contro lo spreco e semplificare la vita delle persone. Basta prendere come esempio il modello top di gamma di Lg, lo Smart Side-By-Side InstaView (GSX960NSAZ) per toccare con mano i progressi fatti da questo tipo di elettrodomestici. Se non fosse un frigo sembrerebbe un’astronave: è sufficiente bussare sulla porta per vedere quello che c’è dentro, riducendo così la dispersione dell’aria fredda del 40%, la funzione Fresh permette di adattare il livello di umidità del cassetto in base al tipo di alimento contenuto per conservare meglio e più a lungo frutta o verdura, il sistema Space Plus fabbrica il ghiaccio da solo occupando pochissimo spazio, e anche gli odori spariscono grazie a un purificatore d’aria che usa un filtro al carbone. Come per gli altri prodotti, anche questo frigorifero si può controllare attraverso lo smartphone e l’attenzione ai consumi è massima: classe energetica A++ con risparmi fino al 32% in bolletta. Lg ha mostrato recentemente perfino un orto indoor che rappresenta una nuova categoria di prodotti. Il Column Garden permette la coltivazione domestica di erbe e verdure fresche sfruttando un sofisticato sistema di controllo della luce, della temperatura e dell’acqua, usando pacchetti di semi preconfezionati e gestendo tutto via app. 

Lg-Smart Side-By-Side InstaView

L’idea di far crescere l’insalata 2.0 a casa era già venuta a Grundig, che aveva mostrato un prototipo addirittura nel 2017, dando di fatto il via al trend delle coltivazioni idroponiche, fenomeno che sta registrando sempre più proseliti anche tra le mura domestiche. Proiettati nel futuro sono persino i forni. Melanzane alla parmigiana e arrosti ora si cucinano con le ricette della nonna, ma usando la tecnologia digitale che offre possibilità fino a ieri impensabili. Con il forno Watch & Touch di Candy è possibile guardare a distanza quello che si sta cucinando sfruttando la telecamera integrata, ma per evitare di mandare tutto in fumo altri prodotti come l’Electrolux Steamboost Kvbas 21 WX usano gli assistenti vocali che ci allertano in caso fossimo distratti, e sempre con i comandi vocali possiamo regolare la temperatura o la funzione di cottura anche quando il vicino ci trattiene sul pianerottolo. Con l’innovativo forno Dual Cook NV75J5540RS di Samsung si può persino cucinare due diverse pietanze contemporaneamente: lasagne nel piano superiore, crostata in quello inferiore. Per essere sicuri del risultato la funzione Temperature Control mantiene con estrema precisione il livello impostato cose se fosse il parametro di volo di un Boeing.

Sempre più al nostro servizio sono poi le lavastoviglie, che pensano anche ai single poco avvezzi alla tecnologia. Per quanto non ci voglia una laurea in ingegneria per caricare i piatti sporchi, la Serie 8 di Bosch con Home Connect usa l’assistente Easy Start che seleziona da sola il programma migliore per lavare tutto alla perfezione e in caso di problemi tecnici, prima cercherà di risolverli in autonomia e solo dopo averle provate tutte ci disturberà con un messaggio sul telefonino. Insomma, con tutta questa tecnologia, accompagnata da una crescente attenzione al design, alla sicurezza e al risparmio energetico, le cucine moderne si sono trasformate in luoghi vivaci, lasciando alle persone solo il piacere di cucinare e di stare insieme. Alle seccature per fortuna ora ci pensano l’intelligenza artificiale e la connettività, ma l’hi tech non fa ancora i miracoli: gli chef robot non sono ancora in vendita, quindi o ci si impegna ai fornelli o si ricorre alla rosticceria.