Dopo l’anticipazione dello scorso novembre, è stato inaugurato il Samsung District, la nuova sede italiana di Samsung Electronics, un edificio di ultima generazione del cuore di Milano, a Milano Porta Nuova.
A 24 anni dall’arrivo del gruppo sudcoreano sul mercato italiano, l’azienda conferma il suo impegno nel nostro Paese: i nuovi uffici sono infatti una dimostrazione del sempre più rilevante ruolo di Samsung in Italia, tra i primi mercati in Europa per fatturato. “Sono molto orgoglioso di celebrare questo momento insieme a tutti coloro che hanno contribuito al successo di Samsung Electronics Italia, da chi lavora tutti i giorni per far crescere questo brand, fino a chi lo sostiene da fuori”, ha dichiarato Carlo Barlocco, Deputy President di Samsung Electronics Italia. “Ogni persona che lavora in Samsung – ha aggiunto – si impegna quotidianamente per lanciare nuove idee e soluzioni capaci di accelerare la rivoluzione digitale e far crescere questo Paese. Ed è con questo spirito che abbiamo creato il Samsung District, un distretto tecnologico e digitale al servizio della collettività che diventa ancora più importante nell’anno in cui Milano ospita Expo 2015”.

UNO SPAZIO APERTO AL PUBBLICO. Il Samsung District non ospita solo i nuovi uffici della multinazionale, ma un vero e proprio polo tecnologico e digitale che, attraverso spazi innovativi, permette di vivere esperienze uniche e a valore aggiunto. Il building mette a disposizione dell’ecosistema italiano Samsung Smart Arena, un auditorium dotato delle migliori tecnologie per promuovere iniziative rilevanti per cittadini, aziende e istituzioni, e Smart Home, il primo showroom aperto al pubblico, dove sarà possibile toccare con mano i benefici della casa connessa e dell’Internet delle cose.

NON SOLO MOBILE. Oltre a Samsung Electronics, il nuovo edificio ospiterà anche le sedi italiane di altre società del gruppo Samsung: Samsung Engineering, Samsung C&T Corporation, Cheil Worldwide, Samsung Heavy Industries, Samsung SDI e Samsung Design Milano. Una scelta per rendere ancora più ampie le possibilità di collaborazione con le altre aziende del gruppo, che spaziano dall’edilizia alle batterie, dall’engineering al design.