© Getty Images

L’ultima rivoluzione nel campo dei videogame arriverà a fine luglio negli Stati Uniti e in Canada, mentre in Europa e Giappone debutterà nel 2015. Di cosa si tratta? Della possibilità di giocare a un titolo per console, senza l’obbligo di possederne una. Possibile? Secondo Sony sì. Il produttore di Playstation ci sta lavorando già da tempo: trasportare il contenuto del gioco, a oggi su disco, e la potenza di calcolo della console sul cloud per dare la possibilità a chiunque di giocare sul Pc di casa, mettere in pausa il gioco, riprenderlo su tablet quando si è fuori casa o a casa della Smart Tv di un amico. I soldi risparmiati per la console serviranno per un abbonamento mensile, nel caso di Sony al servizio Playstation Now.

"Stiamo lavorando esattamente a questo scenario", afferma in un articolo su la Repubblica Shuhei Yoshida, il capo degli studi di sviluppo della Sony. "Per ora il servizio è accessibile da Ps3, Ps4 e Ps Vita. Ed è possibile giocare senza bisogno di una console attraverso i Tv Bravia della Sony. Ma in futuro anche usando apparecchi di altre marche che avranno i giusti requisiti tecnici, sottoscrivendo il servizio PlayStation Now. Partiremo con circa 100 titoli usciti su PlayStation 3 e nel prossimo futuro aggiungeremo quelli per PlayStation 4 come per le altre nostre console uscite in precedenza". L’articolo de la Repubblica sottolinea, però, come diversi editori, che hanno accordi precisi con le catene di negozi, potrebbero non gradire la mossa di Sony. Quella di Yoshida sarebbe più una mossa promozionale che un vero passo in avanti.