© GettyImages

Kazuo Hirai si inchina e chiede scusa a nome di Sony per il furto di dati a opera di un hacker

Sony è pronta a rimediare a eventuali danni subiti dai propri clienti dei servizi online Playstation Network e Qriocity (musica e video) dopo l’attacco informatico che ha permesso a un hacker di rubare i dati personali di 77milioni di utenti costringendo l’azienda giapponese a sospendere il servizio. L’annuncio arriva direttamente da Kazuo Hirai, vicepresidente esecutivo di Sony e presidente della divisione videogiochi che, in una conferenza stampa di Tokyo, ha confermato il ripristino a breve e in maniera graduale dei servizi online del Playstation Network aggiungendo che il sistema di sicurezza della piattaforma sarà rafforzato e che a tutti gli utenti sarà offerta una selezione di contenuti multimediali da scaricare gratuitamente. Durante la prima fase del ripristino, gli utenti registrati ai servizi Playstation Network (Psn), fruibili attraverso le console Ps3 e Psp, e Qriocity, il portale di film e musica on demand, potranno accedere ad alcune delle funzioni principali, come il gioco online, la gestione dei dati personali e il download di contenuti audio/video.
“Ci scusiamo profondamente per il grave disagio arrecato ai nostri utenti”, ha dichiarato Kazuo Hirai illustrando una serie di misure in chiave sicurezza, tra cui un nuovo sistema di controllo automatico contro le intrusioni e la cifratura a più livelli dei dati personali. Per fermare la possibile fuga di clienti verso altri servizi, Sony lancerà il programma 'Welcome Back' ('Bentornati’) per gli utenti Psn e Qriocity, che prevede, tra l'altro, il download gratuito di contenuti scelti e 30 giorni di utilizzo gratuito del servizio premium 'Playstation Plus'.