Imprese: debutta in Italia la telefonia via cloud di Nfon

Marco Pasculli, Managing Director di Nfon Italia

Rivoluzionare la comunicazione telefonica aziendale. È questo l’obiettivo della tedesca Nfon, a oggi unico provider di servizi cloud PBX paneuropeo, che annuncia il proprio ingresso sul mercato italiano. Forte della recente quotazione alla Borsa di Francoforte, che ha restituito risorse utili per l’espansione sul nostro territorio, la realtà guidata da Hans Szymanski arriva in Italia forte di un’esperienza di oltre dieci anni sul mercato e oltre 30 mila società clienti in 14 Paesi europei.

Il punto di forza dell’offerta telefonica via cloud di Nfon – che in Italia sarà guidata dal Managing Director Marco Pasculli, ex manager Alcatel-Lucent Enterprise –  è di abbattere i costi di gestione e manutenzione di centralini e contact center fino al 50%. Non solo. Il sistema telefonico Cloudya offerto dalla società tedesca permette di usufruire del numero fisso aziendale praticamente ovunque e su qualsiasi dispositivo Pc, tablet o smartphone. I costi? Trasparenti. Si paga 8,80 euro al mese per utenza, senza costi aggiuntivi e con la possibilità di rinegoziare o rescindere dall’accordo senza vincoli, ogni 30 giorni. Una sorta di Netflix della telefonia aziendale. “L’Italia registra un tasso di adozione del centralino telefonico in cloud tra i più bassi d’Europa”, ammette Pasculli, che sottolinea gli ampi margini di crescita: “Il nostro Paese si sta affermando come nazione molto cloud-friendly, determinata a essere in prima linea nel processo di digitalizzazione. Nfon, con la sua esperienza e spiccata propulsione verso l’innovazione, sarà uno dei principali attori di questo processo”, aggiunge.