Il Governo russo offrirà incentivi statali agli sviluppatori che realizzeranno videogiochi sulla storia della madre patria. Vladimir Medinsky, ministro alla Cultura, crede che sia arrivato il momento, anche per i videogame, di raccontare la storia in maniera fedele e accurata: "La cosa principale che ci aspettiamo da un videogioco è che questo racconti i fatti in maniera oggettiva. Questo perché ormai i videogiochi non sono solo semplice entertainment, ma hanno anche un valore educativo che può ricondurre i giovani al patriottismo". A chi ha fatto notare al governatore, giustamente, che spesso patriottismo e realismo non vanno d'accordo, questi ha puntualizzato che i titoli con cui si metterà in cattiva luce la Russia non riceveranno alcun incentivo (fonte Gameindustry ).