© 2016 Sony Computer Entertainment

La realtà virtuale non è (per ora) a buon mercato, tanto che per la Abi Research bisognerà aspettare il 2020 per arrivare a 50 milioni di visori venduti nel mondo. Il principale ostacolo alla diffusione della tecnologia in 3D sarebbe proprio il pezzo. Partiamo dalla novità del momento, in arrivo in Italia da marzo: Oculus. Tutti coloro che lo hanno effettuato il pre ordine a gennaio hanno speso 699 euro che, sommate alle spese di spedizione, sono diventate 742 euro. E non è detto che, nel frattempo, non debbano adeguare anche il proprio pc: per funzionare, Oculus ha bisogno di una scheda grafica Ge Force Gtx 970 (il cui prezzo base è 320 euro) e 8 Gb di Ram. Totale: circa 1500 euro.

E ancora. Alla Gdc di San Francisco la Sony ha annunciato il costo di Playstation Vr: il set arriverà a ottobre in Italia, al “modico” prezzo di 399,99 euro. Sempre però che il compratore abbia già in casa Ps4, dotata di telecamera, i cui costi sono rispettivamente di 349 euro e 60 euro. «Fin dall'annuncio di Ps Vr alla Game Developers Conference 2014, abbiamo ricevuto un riscontro incredibile da giocatori e sviluppatori», ha affermato Andrew House, President and Global Ceo di Sony Computer Entertainment Inc. «Per essere certi di assicurare un numero sufficiente di unità di Ps Vr e una grande varietà di titoli ai consumatori di tutto il mondo, abbiamo deciso di lanciare PS VR a ottobre 2016». Altro esempio: Htc Vive, in arrivo ad aprile. Chi l’ha preordinata a febbraio ha speso 799 dollari, ma in Italia il prezzo sale a 899 euro.

L’INCOGNITA DELLA CONFIGURAZIONE. Come se non bastasse, su tutto grava il problema della configurazione minima: la realtà virtuale richiede una potenza molto alta. Per dare un termine di paragone: se per un gioco tradizionale a 1080p e 60 Hz bastavano 120 milioni di pixel al secondo, la realtà virtuale ne richiederebbe 233 milioni di pixel al secondo (oltre 400 milioni di pixel se si considerano entrambi gli occhi). Questa infatti è la potenza necessaria per passare da 30 a 90 frame al secondo. Al momento, tra le configurazioni migliori spicca la Gtx 980 Ti. Il prezzo? 700 euro solo per la scheda.