honorview20

I rumors sono stati confermati, il nuovo flagship di Honor è un gran telefono. L’ultimo smartphone dell’azienda cinese è a tutti gli effetti un top di gamma capace di combattere ad armi pari con i protagonisti del settore. Un cambio di strategia importante per il web brand di Huawei che da ora vuole guardare, evidentemente, ad altri segmenti di mercato. Con un cartellino di 699,99 euro il View20 si stacca dal mide-range che da sempre ha caratterizzato il dominio di Honor per provare ad alzare margini e profitti.

Gli aficionados del marchio di Shenzhen sono rimasti un po’ spiazzati da questa scelta, ma la qualità ha il suo prezzo. L’equipaggiamento tecnologico è di rango ad iniziare da collaudato punto di forza dei dispositivi Honor, ovvero il reparto fotografico. In questo caso gli utenti possono fare affidamento sul nuovo sensore Sony IMX586 con un CMOS da 1/2 pollici e pixel equivalenti da 1,6 μm. Il sensore, potenziato dal chipset Kirin 980, supporta la nuova modalità 48MP AI Ultra Clarity. Il processo consiste nello scattare diverse immagini da 48 megapixel in una sola volta per poi raccogliere i migliori dettagli da ogni foto che confluiscono nello “scatto perfetto”.

Totalmente nuova è anche la fotocamera posteriore 3D che aggiunge una nuova dimensione, quella della profondità, a immagini e video. Questa camera è in grado di scansionare e riconoscere gli oggetti in tempo reale grazie alla capacità di rilevamento della profondità e della forma ed è in grado di catturarne il movimento in tempo reale. E per non rinunciare a nulla è ai vertici di categoria anche l’ottica frontale, una 25 MP con f/2.0 di apertura focale.

Il design è l’altro elemento distintivo dell’ammiraglia di Honor. Infatti è tra i primi modelli a integrare la camera frontale nel display (il famoso “buco”) che di fatto segna il commiato al notch, la tacca che ha tenuto banco in questi ultimi anni. Questo rende di fatto il display da 6,4 pollici completamente fruibile, con eccezionale rapporto schermo del 91,8 per cento. Alto punto esclusivo è l’utilizzo della nanolitografia, una tecnica che permette alla cover posteriore di generare sfumature di colore dinamiche e luminose. Interessante infine la collaborazione con il marchio fashion Moschino che ha creato una esclusiva gamma di accessori.

Nessun dubbio quindi sulla qualità e l’esclusività del View20, ora il giudizio spetta al mercato che dovrà valutare il salto in avanti di Honor, un salto di qualità ma anche di prezzo.