© Getty Images

Il visionario Jeff Bezos, patron di Amazon, “c’ha visto lungo”: il progetto dei droni per le consegne ha contagiato Google che sta progettando “robot” volanti con ala fissa ed eliche capaci di supportare il volo a punto fisso. La notizia è arrivata dalle pagine digitali dell’americano The Atlantic , ed è stata colta al balzo dalle testate web internazionali, tra cui quelle italiane. Il giornale web americano ha pubblicato un video dove si vede, per alcuni secondi un drone che effettua un test di consegna.
Il curioso veivolo in miniatura, che “galleggia” in aria grazie all’ala fissa e a una serie di eliche che possono posizionarsi verticali al suolo, si chiama “Project Wing”, ed è stato sviluppato dai laboratori di Google X, situati in una località top secrete coordinati personalmente da uno dei due boss di Google, Sergey Brin. Il capo del progetto, invece, è l’esperto Nick Roy, ricercatore di robotica del Massachusetts Institute of Technology e ideatore di un sistema di navigazione a droni per la Marina USA.
Il progetto è ancora “work in progress”, e quindi l’aspetto di Project Wing, il drone di Google, potrebbe subire qualche modifica in corso d’opera. Le sfide più eccitanti del progetto, secondo quanto riferisce in una nota Nick Roy, sarebbero l’ottimizzazione della stabilità in fase di “volo a punto fisso” –il momento in cui il drone “galleggia” in aria per sganciare il pacco da consegnare – e la possibilità di rendere automatica questa modalità di volo.
La strada è lunga e gli ostacoli numerosi, tra cui le varie impasse burocratiche come i permessi da richiedere alle autorità responsabili del settore aereo, la Federal Aviation Administration, che già si era espressa negativamente per il progetto di Amazon Prime Air , presentato alla fine del 2013. L’iniziativa “visionaria” di Jeff Bezos, nonostante le feroci critiche di competitor polemici, era già ultimata e i droni Amazon erano pronti a spiccare il volo per il delivery service. L’interesse di Google verso il campo “sperimentale” delle consegne aeree via drone, ci farebbe comprendere quanto i sogni del magnate dell’e-commerce siano prossimi a divenire realtà. Infatti non dovremmo sorprenderci se, un giorno non molto lontano, faremo acquisti “al volo” grazie ai droni.

Guarda il video del drone di Google