È finito l’inchiostro della stampante. Chi lo compra? Oggi noi, domani sarà lo stesso dispositivo a inviare l’ordine d’acquisto. Così come la lavatrice prenoterà il detersivo, mentre il frigorifero si occuperò di fare la spesa. È un futuro non così lontano quello delineato da Amazon con il suo servizio cloud DashReplenishment, che sfrutta le potenzialità dell’Internet of Things per dotare ogni tipo di dispositivo di capacità d’acquisto. Samsung, Whirlpool, Beko, Bosch e Siemens sono solo alcuni dei produttori che sono già al lavoro per integrare il servizio all’interno dei loro elettrodomestici.

DASH BUTTON. In attesa della diffusione del servizi Replenishment, Amazon porta in Italia il Dash Button, un vero e proprio “bottone” con connettività Wi-Fi attraverso il quale è possibile ordinare i prodotti preferiti semplicemente premendo un pulsante. Disponibile su Amazon per i clienti Prime (ma le spedizioni partiranno il 15 novembre), il Dash Button è gratuito – costa 4,99 euro a pezzo, ma il costo viene scalato dal primo ordine –. Quando un cliente si accorge che un prodotto sta per terminare dovrà solamente premere il pulsante Dash per ordinarlo nuovamente. Dash include oggi decine dei marchi più utilizzati, tra cui Ace, Finish, Huggies, Scholl e molte altre. Nel momento in cui viene effettuato un ordine, i clienti ricevono sullo smartphone una notifica di conferma del prodotto, con la data di consegna e il prezzo. Come avviene con gli acquisti effettuati con 1-Click di Amazon, i clienti hanno il tempo di rivedere, modificare o cancellare l’ordine in modo semplice. Dash Button viene dotato di un adesivo riutilizzabile e un gancio estraibile per appenderlo, incollarlo o posizionarlo in qualunque luogo il cliente desideri.