BreatheMe: un device portatile contro le polveri sottili

Una volta acceso, portato al collo o appoggiato alla scrivania, la sensazione è di trovarsi in mezzo a quell’aria fresca e pulita che solitamente si respira dopo un temporale. Merito della ionizzazione negativa su cui si basa BreatheMe, il dispositivo portatile sviluppato dalla startup italiana Sanixair, e che punta a essere un vero “generatore di benessere”.

Come funziona BreathMe? Una volta acceso, le scariche elettriche prodotte all’interno del dispositivo – in vendita sul sito sanixair.com, Amazon e in Farmacia al prezzo di 245 euro – generano ioni negativi che hanno effetti benefici sull’organismo come l’eliminazione di composti volatili organici, ossidi di azoto (NOx), allergeni e riducendo la pericolosità delle polveri sottili, tra cui le pm10. Alcuni studi citati dall’azienda Sanixair sostengono, inoltre, che gli ioni negativi “possano esercitare un’azione positiva anche per l’eliminazione di batteri, muffe e virus, nonché per il miglioramento dell’efficacia delle cure per allergie, asma ed altre più comuni patologie dell’apparato respiratorio”.