Asus PadFone

Sarà in vendita da fine maggio l’atteso PadFone, la scommessa di Asus ormai pronta a lanciare sul mercato il suo dispositivo in grado di trasformarsi in un attimo da smartphone a tablet e, all’occorrenza, anche in un notebook. Dopo mesi di sviluppo, il prodotto rappresenta una scommessa ambiziosa perché, se è vero che il PadFone è un dispositivo due in uno, Asus dovrà convincere gli indecisi sulla qualità del proprio prodotto. Chi acquista un PadFone – che arriverà sul mercato al prezzo concorrenziale di 690 euro – non compra tre dispositivi, ma un ottimo smartphone (i dati tecnici) che può essere facilmente inserito nella sua PadFone Station (compresa nel prezzo) raddoppiando così la superficie di visualizzazione (da 4.3 a 10,1” pollici), quintuplicando la capacità della batteria (fino a 64 ore di conversazione) e migliorandone il suono.
Il passaggio da smartphone a tablet avviene in un attimo – lo abbiamo testato – senza interrompere nessuna applicazione in corso (che sia un file dati, una mail o un videogame); tutto questo è possibile grazie al sistema operativo Android 4.0 (Ice Cream Sandwich), sviluppato da Google e identico sia per smartphone che tablet, ma anche grazie alla ‘Dynamic Display Switch’, un’esclusiva tecnologia proprietaria di Asus che adatta le applicazioni in modo semplice e immediato alle dimensioni attuali dello schermo, migliorandone e arricchendone automaticamente struttura e stile di visualizzazione.
La PadFone Station (i dati tecnici) funziona con le capacità di elaborazione e la memoria dello smartphone; non c’è bisogna di nessuna di sincronizzazione di file o informazioni e, soprattutto, il tablet sfrutta la connessione 3G dello smartphone per l’accesso a internet, permettendo così di avere una sola Sim per entrambi i dispositivi.

Gli accessori. Come accennato, l’Asus PadFone arriverà in Italia fra circa un mese e sarà inizialmente legato a offerte dei principali operatori telefonici. Nelle settimane successive saranno introdotti anche una serie di accessori come lo Stylus Headset, una stilo dedicata che può essere impiegata per disegnare o scrivere direttamente sulla superficie tattile dello schermo o come auricolare per rispondere alle telefonate in arrivo. Tra gli accessori, venduti separatamente, non mancherà la tastiera (Station Dock) che permetterà di utilizzare il PadFone come un semplice notebook. La tastiera include due porte Usb ed un lettore di memory card multiformato di tipo full size, oltre a integrare una batteria dedicata in grado di alimentare il PadFoneä, moltiplicandone l’autonomia fino a raggiungere la soglia di 102 ore di conversazione.