Apple: la sua carta di credito pronta al debutto negli Stati Uniti

È fissato per questo mese il lancio dell'attesa carta di credito Apple. Il progetto, annunciato a marzo e disponibile per ora solo negli Stati Uniti, fa parte della strategia di diversificazione verso i servizi che la società ha iniziato a seguire dopo il calo nelle vendite di iPhone. La carta, frutto dell’accordo con Goldman Sachs, sarà sia fisica sia digitale e sarà collegata ad Apple Pay.

La versione elettronica sarà embeddabile all’interno della app Wallet dell’iPhone. In che modo? Abilitando l’eliminazione della commissione e un cashback del 2% su ogni acquisto fatto mediante l’app di pagamento di Apple. La versione tradizionale, invece, sarà di colore bianco metallico e potrà essere utilizzata nei negozi dove non è possibile pagare in maniera contactless via Apple Pay: in questo caso il cash back si ridurrà all’1%, ma salirà al 3% per gli acquisti di prodotti Apple. La carta non avrà alcun numero, così sarà più sicura. Tuttavia, in caso di pagamento online in un sito che non supporti Apple Pay, verrà creata una carta virtuale all’interno di Wallet.

Anche WhatsApp sembra pronto a debuttare con l suo sistema di pagamento: il Paese prescelto per il test, però, in questo caso sarà l’India e il lancio dovrebbe avvenire entro l’anno.