Per l’utilizzo di WhatsApp, la popolare applicazione di messaggistica istantanea per smartphone, si dovrà pagare anche su iPhone. La conferma è arrivata dall’amministratore delegato di WhatsApp, Jan Koum: così come accade per i sistemi operativi Android, Blackberry, e Windows 8, anche gli utenti iOs – dopo il primo anno gratuito – dovranno sborsare circa un dollaro l’anno per utilizzare l’applicazioni.
Facendo un rapido calcolo, pagare un dollaro (o un euro) l’anno per un invio illimitato di messaggi (ma anche foto, video e audio) via smartphone – collegato a Internet, si intende – può essere accettabile. Tuttavia va considerato che la Rete offre numerosi programmi di messaggistica istantanea completamente gratuiti e affidabili. In occasione della conferma della chiusura del servizio Messenger – programma di Microsoft che sarà sostituito da Skype dall’8 aprile di quest’anno – Softonic ha realizzato un elenco dei migliori programmi attualmente disponibili. Una vera e propria ‘classifica di popolarità’, realizzata sulla base dei dati di download degli utenti. Softonic, aziende che offre un’autorevole guida ai programmi online, ha suddiviso la propria classifica tra: programmi che usano la rete Messenger, programmi multi-rete e programmi che usano altre reti:

- Programmi che usano la rete di Messenger per chattare

- Programmi di messaggistica multi-rete

- Programmi per chattare che usano altre reti