Pubblicità: televisione a -3,7%

Foto di klimkin da Pixabay

Il mercato degli investimenti pubblicitari in Italia chiude maggio con un -0,7% rispetto allo stesso periodo del 2018, mentre il cumulato dei primi cinque mesi dell’anno (gennaio-maggio) si chiude a quota -0,2%, che diventa -4% escludendo dalla raccolta web la stima Nielsen sul search, social, classified (annunci sponsorizzati) e Ott. Il mercato adv raggiunge un valore pari a 2,58mld di euro (2,69mld nel 2018). In flessione la televisione: -3,7% (da 1,7mld a 1,6mld) nel cumulato e -5,2% nel singolo mese. Secondo elaborazioni di Italia oggi , tra le concessionarie tv crescono solo La7 e Sky, rispettivamente a +6,2% e +3,3%. Rai segna un calo del 3%, Mediaset del 6,2% e Discovery del 3,3%. In flessione anche quotidiani (-10,6%), periodici (-15,4%), outdoor (-4,7%), transit (-2,2%) e direct mail (-1,2%). Crescono soltanto la radio (2,2%), il digital (2%, ma sulla base delle stime Nielsen la crescita sarebbe dell’8,6%), la go tv (10,1%) e il cinema (25,2%). Sono otto i settori merceologici in crescita, per un apporto di circa 54mln di euro: buone le performance di informatica / fotografia (+59,8%), tempo libero (+19,2%), finanza/assicurazioni (+11%), mentre sono in flessione toiletries (-22%), gestione casa (-18,8%) e telecomunicazioni (-18,6%).