ItMedia Consulting: crescono broadband e pay tv

© Pixabay

l mercato tv italiano crescerà nei prossimi due anni a un tasso medio annuo del 3,5%, con una esplosione della broadband tv. È quanto emerge dal XIII Rapporto ITMedia Consulting Il Mercato Televisivo in Italia: 2019-2021 - Al centro della rivoluzione , in uscita il 18 dicembre. ItMedia prevede un panorama televisivo «radicalmente cambiato» nel 2021, a causa dell’impatto di Netflix e dei servizi non lineari e di video on demand, la crescente diffusione della banda ultra-larga, e l'imminente diffusione del 5G. Entro la fine del 2020 l’offerta tv trasmessa in BbTv (broadband) sarà presente in 9,2mln di abitazioni, contro i 5,9mln del 2019, per un tasso di crescita media annua del 25%. Il free to air progressivamente cederà il suo ruolo di modalità di accesso primaria ai contenuti televisivi, mentre esploderà la pay tv, che passerà dal 43% di fine 2019 al 55% del totale famiglie italiane. Con un Cagr del 3,5%, il mercato tv italiano raggiungerà quota 8,3mld di euro, grazie «soprattutto al recupero previsto nel 2020 che riporterà i ricavi ai livelli del 2018». Stazionario l’andamento della pubblicità sul broadcast, a fronte di una crescita nell’online, che porterà a una crescita media annua complessiva dello 0,5%». Nel 2021 il segmento rappresenterà il 36% del totale, che resterà comunque la prima risorsa del mercato, raggiungendo quota 43% nel 2021.