Facebook e le sue app fanno volare il business delle aziende europee

© Pixabay

Chi pensa che i social media servano solo per passare il tempo e avere qualche informazione sulla vita degli altri si sbaglia. Sono importanti anche per le aziende, per accrescere business e reputazione e farsi conoscere. La conferma arriva da un’indagine commissionata da Facebook e realizzata da Copenhagen Economics, una delle società di consulenza in ambito economico leader in Europa, su 7.700 aziende di tutti i settori e dimensioni, in 15 Paesi europei. Ebbene, le imprese intervistate hanno confermato che è anche grazie all’uso delle app di Facebook se nel 2018 hanno fatturato complessivamente circa 208 miliardi di euro. Una cifra che, usando le tecniche standard di modellazione economica, si può tradurre in circa 3,1 milioni di posti di lavoro. Non solo. Sempre grazie al ricorso a queste applicazioni, lo scorso anno, le imprese sono riuscite a generare circa 98 miliardi di euro tramite le esportazioni: 58 miliardi da vendite realizzate all’interno dell’UE e 40 miliardi da vendite nel resto del mondo.

L'impatto di Facebook in Italia

I social media, quindi, si stanno rivelando strumenti importanti per il business in tutta Europa. A maggior ragione per le piccole medie imprese, che li usano non solo come vetrina per la propria azienda e i propri prodotti, ma anche in altri modi, per esempio per comunicare con i clienti e per acquisire di nuovi, per fare pubblicità a prezzi vantaggiosi, come strumento di analisi e approfondimento. Da un altro studio commissionato da Facebook e realizzato da Ipsos emerge che per il 44% delle Pmi italiane i vari Facebook, Messenger, Instagram e WhatsApp favoriscono lo sviluppo del business e per il 40% hanno contribuito a rafforzare le loro attività.