Cinema e home entertainment superano i 100 miliardi di dollari

Photo by Krists Luhaers on Unsplash

Il 2019 è stato un anno record per il mercato dell’entertainment. A livello globale, infatti, l’industria cinematografica e dell’home entertainment hanno registrato guadagni per 101 miliardi di dollari: è la prima volta che si abbatte il muro dei 100 miliardi. Nel 2018, ci si era assestati sui 93,5 miliardi di dollari.

I dati arrivano dalla ricerca redatta dalla Motion Picture Association. Nel dettaglio, il box office mondiale ha raccolto 42,5 miliardi di dollari grazie ai successi worldwide di titoli quali Il re leone, Joker e Avengers: Endgame . La crescita maggiore si è registrata però nel settore dello streaming che ha portato guadagni per 58,7 miliardi, con un aumento del 14% rispetto all’anno precedente.

Per quel che riguarda il settore theatrical , nel mercato statunitense, sebbene le vendite di biglietti siano diminuite, si evidenzia che oltre il 75% della popolazione, circa 268 milioni di persone, è andata al cinema almeno una volta nel 2019, in leggero aumento rispetto all'anno precedente.

Sul fronte dello streaming, il numero di abbonamenti alle piattaforme svod è arrivato a 863,9 milioni a livello globale e 237,2 milioni negli Stati Uniti, rispettivamente con un incremento del 28% e del 26%. Oltre il 75% della popolazione ha guardato film e programmi Tv tramite i servizi di abbonamento streaming.

Un dato significativo da sottolineare è che, come anche evidenziato da molte altre ricerche recenti, contrariamente alla credenza popolare, lo streaming non sta cannibalizzando il consumo theatrical tra i giovani. Negli Stati Uniti, la frequenza in sala è infatti più alta tra i ragazzi di età compresa tra 12 e 17 anni (4,9 biglietti pro capite) e dai 18 ai 24 anni (4,7 biglietti). Per quel che riguarda le minoranze etniche nel consumo cinematografico, il pubblico ispanico è quello più “forte”, seguito da vicino dal pubblico asiatico. In media, lo spettatore cinematografico americano acquista 4,6 biglietti all’anno, con una sostanziale parità tra uomini e donne.

Un settore in forte espansione è anche quello dell’entertainment mobile che, rispetto al 2019, è cresciuto dell’8% arrivando a 25,2 miliardi. Il consumo streaming è sempre più “mobile”: oltre l'85% dei bambini e oltre il 55% degli adulti ha infatti guardato contenuti di intrattenimento su smartphone o tablet. Un dato collegato all’impennata del mercato digitale, che negli Stati Uniti ha segnato un +18% e un +29% nel mondo.