Giuseppe Corrado e Richard Borg

Giuseppe Corrado e Richard Borg

Due giganti del cinema trovano un’intesa che non ha eguali in Europa. The Space Cinema e Universal Pictures hanno siglato una partnership strategica legata al nostro Paese. Attraverso questo accordo – annunciato a Roma dall'amministratore delegato del circuito, Giuseppe Corrado, e dall'amministratore delegato della casa di distribuzione, Richard Borg –The Space Movies, il nuovo marchio di distruzione del gruppo The Space (controllato da 21 Investimenti di Alessandro Benetton, con Mediaset Rti come socio di minoranza) affida a Universal Pictures le relazioni commerciali con tutto l'esercizio italiano e la gestione delle release theatrical.

COPRODUZIONE DI FILM ITALIANI. Le due realtà lavoreranno insieme per l'acquisizione di film, di contenuti alternativi e valuteranno anche la coproduzione di film italiani. "Con questa operazione ci proponiamo non solo di creare valore per il nostro marchio, ma di far crescere tutto il mercato grazie a questo modello di integrazione della filiera distributiva – ha commentato Giuseppe Corrado – The Space è leader di mercato per presenze e ha deciso di realizzare questa partnership strategica con una delle più importanti case di distribuzione italiane". Per Richard Borg “la partnership con The Space è la risposta più indicata e dinamica che potessimo dare. Insieme – ha aggiunto –affronteremo tutti i cambiamenti che l'industria si appresta a vivere con lo scopo di migliorare i nostri fatturati".

NON SOLO CINEMA. Le due società sono al lavoro per definire un listino di film, eventi e contenuti alternativi che saranno proposti con il marchio congiunto Universal The Space. Il primo titolo annunciato è Mercenari 3 che uscirà il 4 settembre. "Per questo accordo – continua Borg – metteremo a disposizione la nostra library. Stiamo lavorando a un evento sui film di Barbie per portare le famiglie al cinema. Inoltre speriamo che I marchi Universal e The Space possano attirare l'attenzione di produttori italiani e spingerli ad affidarci i loro film". Per ora non è previsto l'ingresso reciproco nelle rispettive compagini societarie. Ha aggiunto Corrado: "Da questa operazione puntiamo a far crescere il nostro giro di affari del 10-15 per cento".